Mialgia [Medicina generale]

Definizione: Letteralmente significa "dolore muscolare" e può avere molteplici cause. (Dr. Antonio Ferraloro)

Voci correlate:   Acaro    Acidosi    Acufene    Addome  

 
 

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Mialgia"

  • Disordine temporomandibolare e dolore facciale
    Gnatologia clinica - Dolore facciale: alcuni dicono che dipende dalla bocca, altri dicono di no. Che confusione...
     
  • La mesoterapia per la cura della fibromialgia
    Reumatologia - La necessità di dare sollievo a sindromi dolorose croniche, quali la fibromialgia, ha portato all'utilizzo della mesoterapia con risultati sempre più convincenti
     
  • Transaminasi alte (ipertransaminasemia) le cause, cosa fare, come interpretare l'aumento dei valori
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - E’ piuttosto frequente riscontrare degli innalzamenti, spesso lievi, dei valori delle transaminasi sieriche, anche in pazienti asintomatici, spesso a seguito di indagini ematochimiche di routine richieste dal proprio medico di base. Occorre dire che non sempre una ipertransaminasemia di lieve entità viene presa nella dovuta considerazione dal medico, con il rischio di non identificare una malattia epatica, potenzialmente curabile. Le transaminasi sono degli enzimi intracellulari, che possono derivare da vari organi o tessuti. La causa più comune di ipertransaminasemia è la Steatosi (fegato grasso) non-alcolica (NAFLD, Non Alcoholic Fatty Liver Disease, NAFLD), che può colpire fino al 30% della popolazione; l’evoluzione estrema della NAFLD è la Steatoepatite non alcolica (NASH, Non-Alcoholic SteatoHepatitis), considerata una delle principali cause di cirrosi epatica di origine ignota. Se l’anamnesi e l'esame fisico del paziente non suggeriscono una causa, occorrerà avviare una valutazione graduale sulla base della prevalenza delle malattie che causano lieve innalzamento dei livelli di transaminasi.
     
  • Colon irritabile o sindrome dell’intestino irritabile: quali le cause e come fare la diagnosi
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La Sindrome dell'intestino irritabile (IBS, Irritable Bowel Syndrome) è il disturbo gastrointestinale funzionale più studiato, caratterizzato dalla presenza di sintomi caratteristici: dolore addominale ricorrente o disagio addominale, in associazione con turbe dell’alvo (con predominanza di stitichezza o di diarrea). Colpisce in genere gli adulti di età compresa tra i 30 ed i 50 anni circa, con predominanza nel sesso femminile. Studi clinici dimostrerebbero che una percentuale variabile fra il 7% ed il 20% della popolazione adulta soddisfa i criteri diagnostici per IBS. La maggior parte di questi pazienti, tuttavia, ritiene di non doversi recare dal medico. L’impatto dell’IBS sul sistema sanitario è notevole, ad esempio, negli adulti, circa il 2 % delle visite di assistenza primaria e circa il 50 % delle visite specialistiche gastroenterologiche riguarda la valutazione di sintomi legati all’IBS. L’IBS è difficile da diagnosticare; ad oggi non vi sono cure specifiche, le strategie di trattamento sono “su misura”, improntate al controllo dei sintomi ed al miglioramento della qualità della vita nello specifico paziente, ricorrendo sia a misure dietetiche come anche alla farmacoterapia (psicofarmaci inclusi) ed alla psicoterapia
     
  • PEA, trattamento dolore neuropatico e sindromi regionali dolorose complesse
    Terapia del dolore - Il Pea è una sostanza le cui potenzialità terapeutiche in neurologia vennero già evidenziate dalla Prof.ssa Rita Levi Montalcini
     
  • Dolore acuto e dolore cronico: anche la testa gioca il suo ruolo!
    Psicologia - Il dolore è un’esperienza universale, immediata, frequente e talvolta invalidante. Dagli anni ’70 in poi è andato affermandosi l’approccio biopsicosociale che ne ha messo in risalto gli aspetti psicologici e sociali. Il sistema sanitario sta incentivando la diffusione di 'Ospedali senza dolore' ed ‘Hospice’ in tutta Italia per promuovere la cultura della cura del dolore mediante un approccio multidimensionale, che consideri non soltanto la malattia ma la persona del malato.
     
  • Il trauma cranico minore
    Neurologia - La sindrome soggettiva post-traumatica –post-concussion syndome (PCS)- descrive una serie di sintomi che seguono ad un trauma cranico lieve-mild traumatic brain injury (mTBI)
     
  • Novità nel trattamento di seconda linea delle neoplasie della vescica
    Oncologia medica - Neoplasia della vescica: oltre gli schemi di prima linea, ormai standard da anni, Vinflunina è la prima novità nel trattamento di seconda linea della patologia avanzata.
     
  • Allergie e malattie reumatiche: curarsi con la microimmunoterapia
    Medicine non convenzionali - Allergie e artriti sono legati ad un'alterata risposta immunitaria. Stile di vita errato, abuso di farmaci e infezioni le favoriscono. La microimmunoterapia nuova cura omeopatica.
     
  • La fibromialgia: il dolore diffuso a tutto il corpo
    Reumatologia - La fibromialgia è una patologia reumatica cronica non infiammatoria a prevalenza femminile , caratterizzata da affaticamento, disturbi del sonno, dolori muscoloscheletrici.
     

Consulti relativi a "fibromialgia"

News relative a "fibromialgia"

  • Dolore da disordine temporomandibolare, memoria e paura
    Gnatologia clinica - In uno studio recente su 23 volontari sani è stata misurata l'attività cerebrale presentando immagini divise per categorie mentre erano sottoposti a stimoli dolorosi, un gruppo sulla fronte e uno sulla mano. In un secondo tempo le immagini sono state riproposte a sorpresa, senza stimolo doloroso e si è registrata l'attività cerebrale con risonanza magnetica funzionale p [continua...]
     
  • Gnatologia traslazionale
    Gnatologia clinica - L'impostazione attuale della medicina nel mondo va verso l'integrazione dello studio delle malattie tra le diverse specialità. Nel campo dei disturbi dell'articolazione temporomandibolare è uscito in questi giorni l'articolo di Sanders AE e altri "Subjective Sleep Quality Deteriorates Before Development of Painful Temporomandibular Disorder" sulla rivista J. Pain 2016 dove si descri [continua...]
     
  • E' dimostrato: l'esercizio fisico combatte i disturbi della menopausa!
    Ginecologia e ostetricia - Un gruppo multidisciplinare di esperti spagnoli, membri della Società Spagnola della Menopausa, della Società Spagnola di Cardiologia e della Federazione Spagnola di Medicina dello Sport, ha dimostrato l'importanza dell'attività fisica regolare nel combattere i sintomi della menopausa, che sconvolgono la vita di molte donne. I vantaggi di un regolare allenamento si manife [continua...]
     
  • Relazione tra fibromialgia e depressione
    Psicologia - Il legame tra dolore cronico e depressione non è nuovo al contesto scientifico. Diversi studi hanno dimostrato un forte legame tra la fibromialgia, effetti negativi (NA) e la depressione. Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui alcuni pazienti con fibromialgia tendano a deprimersi, mentre altri no e, in primo luogo, quali meccanismi siano alla base di questa diff [continua...]
     
  • Nuovo farmaco per la Narcolessia
    Medicina generale - E' recente la notifica che l'EMA ha espresso parere positivo nei riguardi del Pitolisant (nome commerciale Wakix),per il trattamento della Narcolessia,malattia neurologica caratterizzzata da eccessiva sonnolenza diurna che viene inserita tra le cosiddette ''malattie rare''! Il Pitolisant,secondo gli studi inerenti pubblicati su Lancet Neurology,ad un dosaggio definito fino ad un&nbs [continua...]
     
  • La prescrizione impropria di analgesici oppioidi
    Psichiatria - Leggere almeno un articolo scientifico al giorno, diceva un famoso endocrinologo pisano, è fondamentale se si vuole essere dei medici seri. Mi sforzo quanto più possibile di seguire questa buona norma di vita lavorativa. Mi è capitato così sotto gli occhi un lavoro pubblicato lo scorso mese sull'American Journal of Psychiatry, una prestigiosa rivista americana, che parl [continua...]
     
  • Vulvodinia, sessualità e rapporti dolorosi: l’importanza di un trattamento multidisciplinare
    Ginecologia e ostetricia - La vulvodinia, e la sua forma localizzata detta vestibolodinia è una malattia ancora poco conosciuta. I rapporti dolorosi (dispareunia) con conseguente impatto negativo sulla sessualità e la vita di coppia nelle donne che ne sono affette, sono una delle espressioni dei sintomi più tipici che la caratterizzano, insieme al bruciore vaginale e la sensazione di fastidio, formicol [continua...]
     
  • Musica e risposta neurale
    Psicologia -   Che la musica, ascoltata, prodotta o riprodotta, eseguita singolarmente o in gruppo, sia una delle risorse dai molteplici effetti benefici per l’individuo, è credenza generalmente accettata e condivisa. Una sorta di verità intuitiva, radicata ed universale. Che la scienza, e specificamente, la neurobiologia se ne occupi e, attraverso rigorosi studi, ne dia conferma, &e [continua...]
     
  • Dolore cronico e modalità di comunicazione
    Terapia del dolore - Il dolore, in particolare quello di tipo cronico di grado da moderato a severo, ritengo sia una modalità fisiopatologica nella comunicazione verso di sè e verso gli altri cui derivano le molte coordinate comportamentali dell'individuo. Ci sono tipologie di dolore (ad es: la cefalea muscolo-tennsiva, le fibromialgia, ecc) che a fronte di una intesità usualmente moderata  [continua...]
     
  • Stress e Salute
    Psicologia -   INTRODUZIONE   Il termine “stress” risale al XIV secolo: in origine indicava “ristrettezza” o “avversità” (Lazarus, 1993). Nel XVII secolo, il fisico Robert Hooke lo utilizzò per indicare la “pressione esercitata da un carico” su strutture ingegneristiche. Fu Selye, nel 1936, ad adoperarlo per la prima volta nell'accezi [continua...]
     

Consulti recenti su "fibromialgia"



  Il termine fibromialgia è stato visto 3641 volte.
 

Specialisti in Medicina generale:


Trova il tuo Medico generico »

advertising
 
ultima modifica:  11/10/2015 - 0,45         2000-2016 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy