Tumore prostata rene nuove terapie

Novità in campo urologico per le neoplasie prostatiche e renali

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

La terapia oncologica si evolve: Cabozantinib e Atezolizumab cambiano il corso del trattamento dei tumori renali e tumori della prostata.

L'evoluzione della terapia oncologica sta prendendo una direzione promettente con l'emergere di nuove combinazioni di trattamenti, in particolare il Cabozantinib in sinergia con agenti immunoterapici.

Gli ultimi studi

Studi di rilievo come CONTACT-02 hanno messo in evidenza l'efficacia di questa combinazione nel trattamento di pazienti con carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione.

Questo approccio terapeutico non solo ha superato i risultati delle terapie ormonali convenzionali in termini di sopravvivenza libera da progressione, ma ha anche mostrato potenziale in termini di miglioramento della qualità di vita dei pazienti.

Parallelamente, i risultati dello studio CheckMate -9ER nel carcinoma a cellule renali avanzato hanno fornito prove convincenti dell'efficacia del Cabozantinib in combinazione con Nivolumab.

Questo studio ha registrato un miglioramento notevole della sopravvivenza globale rispetto al trattamento standard con Sunitinib, portando a un guadagno medio di sopravvivenza di 10 mesi.

Questi risultati segnalano un importante cambiamento nel panorama del trattamento oncologico, offrendo nuove opzioni terapeutiche che potrebbero trasformare la gestione di queste malattie.

Le implicazioni di questi studi sono particolarmente significative per i pazienti con forme avanzate di tumore, dove le opzioni di trattamento erano precedentemente limitate.

Bibliografia

  1. CONTACT-02 and CheckMate -9ER Clinical Trials: A Comprehensive Analysis.
  2. Atezolizumab Plus Cabozantinib Improves PFS in Hormone Therapy–Pretreated mCRPC
Data pubblicazione: 31 gennaio 2024

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

Iscriviti alla newsletter

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Il tumore alla prostata è il cancro più diffuso negli uomini, rappresenta il 20% delle diagnosi di carcinoma nel sesso maschile: cause, diagnosi e prevenzione.

Leggi tutto

Guarda anche tumore prostata 

Contenuti correlati