Utente 557XXX
Buongiorno, ho da poco scoperto di avere un'allergia agli acari della polvere, a quelli del materasso e agli acari delle derrate alimentari (Tyrophagus putresentiae). Quest'ultima allergia è talmente grave che sarò costretta a lasciare il lavoro siccome faccio la fornaia e ho continue crisi respiratorie. Per cercare di non aggravare la situazione vorrei sapere se ci sono delle accortezze alimentari che dovrei seguire per non avere una reazione crociata con gli alimenti.
So che essendo allergica alla polvere devo stare attenta a crostacei, cozze, vongole e lumache.
Ma per l'allergia agli acari delle derrate alimentari esistono reazioni crociate? So che sono presenti nella farina, nei caseifici, nei prosciuttifici e nelle coltivazioni di funghi. Vuol dire che devo eliminare tutti gli alimenti che rischiano di contenerli? Oppure esistono altri alimenti da evitare?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Paolo Fancello

24% attività
20% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente la reazione crociata acari crostacei molluschi lumache non è automatica. È dovuta ad una molecola che si chiama tropomiosina . Per verificare una sensibilizzazione a questa molecola si possono dosare nel suo sangue le IGE specifiche rivolte contro tale molecola. In caso di positività bisognerebbe procedere a test cutanei per crostacei molluschi lumache per verificare la possibile reazione. Se negativa può assumere quegli alimenti. Ora però se lei ha sempre assunto gli alimenti in questione senza problemi li continui ad assumere per mantenere la tolleranza, naturalmente sarebbe meglio prima procedere come le ho spiegato.
Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica