Vaccino covid 19 e allergie al mezzo di cottura radiologico

Buongiorno Dottori, vi scrivo per avere delucidazioni in merito ai vaccini e al rischio che potrebbero correre soggetti che in passato hanno avuto a che fare con crisi respiratorie dovute ad allergie al mezzo di contrasto radiologico.

Nello specifico mia madre oggi 65enne, in passato fece una tac con liquido di contrasto che gli provocò una forte reazione allergica, con conseguente crisi respiratoria, i medici prontamente gli somministrarono un farmaco e la situazione andò per il meglio.

La mia domanda è quale rischio corre mia madre ad essere sottoposta al vaccino qualunque esso sia?

E quali sono i tempi per dire che il rischio è scongiurato?

Vi ringrazio in anticipo per la eventuale risposta
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,6k 194
Dire a priori se un individuo sarà allergico a un farmaco, è impossibile. Però il fatto che abbia avuto una forte reazione al mezzo di contrasto, mai più altre, mi fa pensare che con il vaccino non c'entri nulla. Può farlo tranquillamente, magari spiegando il suo vissuto al medico iniettore.

Dr. Claudio Bosoni

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test