Vaccino covid a 25 anni: è importante che lo faccia?

Buona sera.

Premetto che sono la persona più a favore dei vaccini che si possa trovare in giro.
Convivo con i miei genitori e con mio fratello, di sei anni più grande di me e sono tutti vaccinati fortunatamente.
Adesso, com'è noto, sarebbe possibile accedere alle vaccinazioni anche per chi, come me, rientra nella fascia d'età dei ventenni (io farò 25 anni tra meno di una settimana).
Sono sempre stato molto attento a tutti gli sviluppi relativi al virus nell'ultimo anno e mezzo e ho seguito con molta attenzione anche le vicissitudini legate ai vaccini.
Considerando che per la mia fascia d'età, stando ai dati, la mortalità per Covid pare essere inferiore a quella dell'influenza stagionale, che probabilmente avrei più possibilità di sviluppare reazioni avverse al vaccino (seppur parlando di probabilità molto remote) e che non soffro di alcuna patologia particolare, mi domandavo se fosse necessario per me vaccinarmi oppure no, anche considerando che, obiettivamente, non conosciamo gli effetti dei vari vaccini sul lungo periodo.
Se fossi più in là con gli anni non ci avrei pensato due volte a vaccinarmi ma essendo ancora relativamente giovane mi chiedo se davvero ne valga la pena.
Spero che vorrete darmi qualche delucidazione che mi aiuti ad orientarmi nella scelta.

Vi ringrazio in anticipo.
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,2k 170
Mentre il virus della influenza stagionale si risolve da sola, quella del covid può portare anche alla morte, anche nei giovani

Dr. Claudio Bosoni

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio