pene curvo e dolorante in erezione

Salve Dottori, Buon Anno a tutti....
Speriamo che riuscite in qualche modo ad aiutarmi

Vi scrivo perchè ho un problemino che mi sta demotivando tantissimo, se non addirittura deprimendo...
Circa 3 mesi fà ho iniziato ad avvertire, in erezione e durante la masturbazione, un leggero dolore all'asta del pene... pensando che fosse una scioccheezza l'ho trascurato... Ma man mano che il tempo passava il dolore non diminuiva, anzi, aumentava fino a diventare del tutto insopportabile...

Spiego meglio il problema: In erezione avverto un dolore intenso sull'asta del pene, il pene fa malissimo e quindi lo freno cioè non lo porto in erezione al 100x100 perchè fa male... inoltre ho notato che si sta leggermente curvando verso l'addome, e al tatto col pene molle noto un gonfiore tipo bozzo...

Visto tutto ciò mi sono rivolto da un urologo che dopo aver effettuato una visita con le mani e dopo aver effettuato lui stesso un'ecografia mi ha diagnosticato un trauma dorsale al livello del terzo medio prossimale penienio; inoltre durante l'ecografia ha detto queste parole all'assistente che era vicino a lui "potrebbe trattarsi anche di un principio di enduratio".....
Alla fine della visita mia ha prescritto 1 compresse di Lenidase da prendere mattina e sera a stomaco vuoto, e l'applicazione di Essaven Gel di sera....

Ora spero che mi illuminate riguarda questo problema, perchè non riuscire ad avere un'attività sessuale col pene dolorante e vederlo curvare vi assicuro che è deprimente per un ragazzo di 31 anni...
Innanzitutto la cura prescritta è utile..!!?? Le compresse di Lenidase e L'Essaven Gel sono utili sia in caso di semplice trauma che nel caso di un principio di enduratio..!!?? E se davvero sia stia formando una placca come devo comportarmi...!!?? Intanto non sto avendo rapporti sessuali perchè impossibili, ma una volta a settimana circa mi concedo una masturbazione dolorosa...

Attendo vostre risposte......
Ripeto, Aiuto, c'è in gioco non solo la salute fisiologica ma anche quella psicologica...
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
Caro Utente,l'induratio penis,a 30 anni, é un evento assai raro.Più plausibile é la diagnosi di microtrauma penieno.Il non ricorso all'esecuzione dell'ecodoppler penieno dinamico deve tranquillizzare ed allontanare autodiagnosi improbabili.Segua la terapia prescritta e ne valuti gli esiti con lo specialista di riferimento.Ha difficoltà ad evaginare il prepuzio sul glande?Cordialità.

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 420 2
caro lettore,

è abbastanza infrequente che una IPP possa svilupparsi in un giovane di 30-40 anni
q tale età è possibile che si sia verificato qualche "manovra forzata con il pene in erezione, rigidio, tanto da creare danni al tessuto cvernoso che si stabilizza con un processo cicatriziale capace di provicare dolore ed incurvamento dell'asta in erezione
E' diffcile giudicare una terapia prescritta da altri
si tenga sotto controllo
faccia delle foto periodicamente (6-12 mesi)
cari saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottori grazie per avermi risposto...

Per il Dr Izzo: non ho difficoltà ad evaginare il prepuzio sul glande, il dolore è all'asta del pene; non riesco a localizzare il dolore in nessun punto preciso, però non è sul glande ma lungo l'asta...

Per il dottor Pozzi: sono d'accordo con lei, cioè che molto probabilmente me lo sia causato con qualche manovra forzata con il pene in erezione. Ma le chiedo: è possibile che il bozzo che io sento "probabilmente un'ematoma" rischia di non assorbirsi diventando una placca e rimanere quindi il pene curvo e dolorante..!!??

Dottori vi chiedo ancora: mi sto curando da più di un mese con Lenidase compresse mattina e sera ed Essaven Gel solo sera ed ancora non ho riscontrato nessun risultato positivo.... Come mai..!!?? La cura è forse troppo leggera..!!??

Dottori grazie ancora...

[#4]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
...allontani l'idea della formazione della placca e continui a seguire i consigli dello specialista di riferimento o,in alternativa, ne consulti un altro.Cordialità.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio