Arrossamento del frenulo e punta del glande

Buonasera Dottori,
Da una settimana circa ho un evidente arrossamento al glande, più precisamente nella parte in cui il frenulo è attaccato al glande; questo arrossamento parte appunto dalla base del frenulo fino alla punta del glande (orifizio dell'uretra).
Come sintomo posso dire che qualche volta ho un po' di prurito è un po' di bruciore.
Ad oggi non ho consultato ancora nessuno, e non ho applicato nessuna pomata/farmaco. Continuo solamente a fare dei semplici lavaggi con acqua e sapone più volte al giorno!

Vi ringrazio anticipatamente
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k

Gentile lettore,

in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta il suo medico di famiglia e poi a ruota il suo specialista di riferimento.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Beretta per la sua risposta, provvederò il prima possibile ad una visita.

Volevo inoltre chiederle una cosa...
Anni fa durante un rapporto mi si era rotto parzialmente il frenulo ma poi Negli anni a seguire non ho avuto nessun problema.
In questi giorni, controllando appunto il problema che le ho spiegato in precedenza, ho notato che il frenulo non c'è più,
Potrebbe essere che si sia spezzato completamente da solo e l'arrossamento sia a causa di questo?

In effetti mi sembra strano perché non ho avuto rapporti in questo periodo e neanche nessuna perdita di sangue che potesse farmi pensare ad una rottura completa ma sta di fatto che non c'è più.

Mi scusi per la mia domanda che può essere stupida e scusi per la mia ignoranza.

Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore,

la questione e le sue domande purtroppo ora possono essere chiarite e risolte sono dopo una attenta e diretta valutazione clinica.

Ancora un cordiale saluto.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test