Utente 339XXX
Salve, ho 45 anni e da qualche giorno mi si è manifestato un problema. Premetto, solitamente ho sempre avuto un'eiaculazione regolare, certo non abbondante e abbastanza minore rispetto a quella che avevo fino a 5 o 6 anni fa (prima avevo getti forti e ripetuti, mentre negli ultimi anni il getto era quasi assente), ma credo ancora normale come quantità di sperma emesso.
Circa 4 giorni fa in seguito ad un atto sessuale completo ho avuto invece un'eiaculazione quasi nulla, se non poche gocce di sperma alla fine. L'orgasmo a livello di sensazioni era normale, ma nelle prime 3 "pulsioni" iniziali addirittura non è fuoriuscito nulla. Nei giorni successivi ho ancora lo stesso problema, anche dopo un atto prolungato ho avuto sempre eiaculazioni scarsissime, inizialmente nulle e qualche goccia alla fine.
Urinando il getto mi sembra normale, e non ho apparentemente altri fastidi.
Da che può dipendere tutto questo? Si risolverà spontaneamente?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da questa postazione difficile fare una diagnosi precisa e corretta; si può forse pensare ad una infiammazione della prostata e/o delle vescicole seminali ma ora è bene sentire in diretta un bravo andrologo e con lui iniziare un regolare iter diagnostico per arrivare a capire la sua reale ed attuale situazione clinica (valutazioni colturali , ecografiche ed altro).

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Salve Dottore, negli ultimi tempi la situazione era leggermente migliorata rispetto al post precedente, ovvero è tornata come poco tempo prima. Però nel frattempo mi sono accorto di un fatto. Nonostante le eiaculazioni siano sempre abbastanza scarse, come nell'ultimo anno in particolare, in un paio di occasioni non è stato così, e secondo me non è stato casuale. Infatti ho avuto delle eiaculazioni abbondanti (con dei getti molto lunghi che non avevo avuto da molto tempo) proprio in quelle rare volte che avevo la vescica completamente piena di urina. Ho pensato, potrebbe essere dipeso dal fatto che la vescica piena in questo caso abbia causato una pressione maggiore sulla prostata verso l'esterno? O è possibile che questa scarsità di sperma sia causata da un'eiaculazione retrograda, che però in caso di vescica piena non si manifesta?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se desidera poi avere informazioni dettagliate su che cosa è una eiaculazione retrograda, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/Urologia/211/Quando-il-liquido-seminale-non-esce-ovvero-c-e-un-eiaculazione-retrograda .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com