Utente 472XXX
buongiorno

scrivo per avere qualche chiarimento a fronte dell'esame che ho condotto su richiesta di uno specialista dopo avere scoperto di avere un varicocele al testicolo sinistro, per il quale deve essere fatta valutazione interventistica.

riporto i valori dell'esame:

Volume: 4.5ml
Ph: 7.5
Aspetto: proprio
Viscosità: nei limiti
Fluidificazione: fisiologica
Concentrazione per ml: 25.000.000
totale per eiaculato: 112.500.000
Forme tipiche: 4%
Forme aticpiche: 96%
Osservazioni: colli angolati, tratto intermedio irregolare, teste amorfe, microcefalie
Elementi linea germinativa: -
Leucociti: 2.100.000
Emazie: -
Zone di spermioagglutinazione: -
Cellule epiteliali di sfaldamento: alcune
corpuscoli prostatici: numerosi
giorni di astinenza: 5
Osservazioni sulla motilità degli spermatozoi a 1 e 3 h: gli spermatozoi osservati sono per lo più immobili: peraltro qualche spermatozoo è dotato di rari movimenti non progressivi.


l'esame del liquido seminale mi ha lasciato desolato, e vorrei avere un confronto - o forse un conforto - allo scopo di sapere quanto possa essere seria questa circostanza e se esistono possibilità di un recupero.
ringrazio sin da subito chi vorrà rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

questi parametri del suo liquido seminale un pò mossi e non nella norma:
-Leucociti: 2.100.000
-Cellule epiteliali di sfaldamento: alcune
-corpuscoli prostatici: numerosi
-a 1 e 3 h: gli spermatozoi osservati sono per lo più immobili:
peraltro qualche spermatozoo è dotato di rari movimenti non
progressivi

farebbero forse pensare ad un possibile problema infiammatorio delle sue vie uro-seminali, prostata compresa; ma qui mi fermo e la rimando al controllo in diretta che può fare solo il suo andrologo di fiducia che si spera abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana e, fatta la corretta diagnosi poi le imposti una mirata e precisa terapia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Grazie molte per la celere risposta.
so che la mia domanda può apparire banale, ma pensa possa essere una situazione reversibile?