Utente 479XXX
Salve, ho 17 anni e il 13 novembre sono stato operato di varicocele di 3° grado al testicolo sinistro, tramite scleroembolizzazione. Il giorno stesso dell'intervento mi hanno dimesso dicendomi di stare a riposo assoluto per 7 giorni, e a riposo dall'attività agonistica (faccio sport) per 21 giorni. Dell'attività sessuale non me ne hanno parlato, perciò subito dopo 7 giorni ho iniziato di nuovo a masturbarmi (una volta al giorno). Può avere causato danni o conseguenze? Inoltre dopo 7 giorni ho iniziato comunque a fare qualche camminata più lunga oppure lieve corsa, cercando comunque di trattenermi. Devo dire che in quel mese ho avuto dei dolori nella parte inguinale e nella gamba sinistra (che si sopportano e di breve durata ma spesso). Una volta giunto ad un mese dall'intervento ho effettuato un ecocolordoppler e dal referto: "Il plesso appare con lieve ectasia con calibro massimo 3mm durante manovra di Valsalva con paziente in clinostasi. Durante la manovra da sforzo si osservano saltuari reflussi come varicocele di grado lieve." Dopo questa eco mi sono recato dall'andrologo e analizzando il referto e il mio caso (operato per numero spermatozoi inferiore a 2 milioni) ha affermato che, vista l'eco, l'intervento è andato bene ed è possibile che la vena abbia degli spasmi. Cosa ne pensate, è normale o si può considerare una recidiva che il dottore non mi ha dichiarato? Ho anche esplicitato il mio dolore e il dottore mi ha detto che non si concentra sul dolore ma vuole risolvere il problema degli spermatozoi, comunque esplicitando che è normale. Infine mi ha prescritto di prendere un capsula "SPERGIN" al giorno per tre mesi, periodo dopo il quale mi ha chiesto di fare uno spermiogramma per vedere se miglioro. Ora a quasi tre mesi dall'intervento ho ancora spesso dei dolori e il gonfiore delle vene non è diminuito, é normale? Per quanto rimarrà ancora il dolore? Se esprimete il vostro pensiero vene sono grato.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la dolenzia,non necessiariamente,é espressione di una recidiva del varicocele scleroembolizzato.Mi concentrerei, piuttosto,sulla severa oligospermia,seguendo i consigli diagnostico/terapeutici dello specialista di riferimento.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie per la sua risposta. Vorrei chiederle qualche altro consulto. Secondo lei l’esito dell’ecografia come appare, si può confermare l’intervento riuscito? La mia preoccupazione e diciamo il mio dolore permane tuttora poiché, soprattutto quando pratico sport ma anche nella vita quotidiana, ho un continuo indolenzimento nella parte scrotale sinistra, nell’inguine sinistro e soprattutto nella gamba sinistra. Cosa ne pensa e come dovrei comportarmi? Posso comunque fare sport? Ma vorrei avere la tranquillità che quel dolore sia normale dato l’intervento e il tempo di recupero. Se non fosse così vorrei accertarmi, in qualunque caso, così che possa adeguarmi. Un’ultima cosa, anche quando mi masturbo (una volta al giorno), ho un indolenzimento. Secondo lei è meglio che abbassi la frequenza, che non lo faccia proprio, o posso ignorare questo dolore?
La mia vera questione è: posso ignorare questo indolenzimento, pensando sia un cosa normale, dato magari da un tempo di recupero più lento, oppure fermarmi e trattenermi?
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che si stia fasciando la testa...senza essersela rotta. Sinteticamente,può esercitare qualsiesi tipo di attività sportiva e può masturbarsi quando lo desideri,senza che ciò comporti alcun rischio di compromettere l'esito della scleroembolizzazione,attestato dall'ecocolordoppler ,che non parla di recidiva.La mia preoccupazione é rivolta principalmente al potenziale di fertilità,espresso dallo spermiogramma,che,secondo quanto ci trasmette,appare essere molto scarso.Insisto nell'invitarla a consultare un esperto andrologo con certificata esperienza nel campo della fisiopatologia della riproduzione.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente 479XXX

L’andrologo che mi sta seguendo mi ha prescritto da 2 mesi fino alla fine di febbraio (3 mesi) una capsula al giorno di SPERGIN. Può migliorare la situazione? Inoltre mi ha chiesto di eseguire uno spermiogramma dopo 3 mesi dall’intervento per vedere se c’è un miglioramento, mentre alle dimissioni mi avevano detto che l’esame l’avrei dovuto fare solo dopo 6 mesi, altrimenti ci sarebbe stato solo un peggioramento dell’esito. Pensa che sia necessario per vedere la situazione?
Aggiungo: ultimamente, facendo molto sport, mi è aumentato l’indolenzimento nella gamba sinistra e un senso di pesantezza del testicolo sinistro. Tutto normale e accettabile, o meglio procedere facendo un’altra ecocolordoppler? Questo dolore a cosa è dovuto? A una possibile recidiva oppure a un recupero doloroso?

[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...dalle sue repliche,deduco che sia più conveniente seguire i consigli diagnostico/terapeutici del suo specialista di fiducia.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#6] dopo  
Utente 479XXX

Scusi non ho capito bene la sua risposta, potrebbe spiegarsi meglio?
Grazie
Cordiali saluti