Utente 472XXX
Salve a tutti i dottori,
sono un ragazzo di 17 anni e tempo fa ho scritto un consulto dove chiedevo informazioni al riguardo dei miei sintomi, ma non posso più replicare poiché è passato abbastanza tempo. Riassumo velocemente: circa un anno e mezzo fa ho avuto un caso isolato di emospermia, senza alcuna conseguenza almeno apparente. Un anno fa circa ho cominciato ad avvertire grumi gelatinosi nel liquido seminale che ho tutt'ora. Ho fatto varie visite e vari esami:
-presenza di un varicocele SX di 3* grado in una scala da 1 a 5 (mi hanno suggerito di non intervenire dato che non provoca effetti);
- esami del liquido seminale e delle urine tutto nella norma;
-spermiogramma presenta anomalie della testa coda e una mobilità lenta degli spermatozoi, oltre a presentare un numero altissimo di questi ultimi.
Di recente ho fatto un' ecografia ecodoppler ed è risultata un'infiammazione della vescicola seminale sinistra. Il medico curante mi ha prescritto Fortilase 2 compresse al giorno per 10 giorni. Ho appena terminato i 10 giorni e sicuramente dovrò rifare l'ecografia, ma i grumi tuttavia persistono. Potreste aiutarmi a capire la causa di questi grumi? Grazie in anticipo per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

il plasma seminale ( il liquido in cui sono immersi e trasportati gli spermatozoi) è prodotto in gran parte dalle vescicole seminali, se una vescicola è "infiammata" produce un liquido dverso dal solito come aspetto, viscosità presenza di "grumi"
una ecografia di controllo dovrebbe essere fatta dopo 15-20 giorni
continui la terapia
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Dottor Pozza grazie mille per la celere risposta. Ho già portato a termine la terapia di Fortilase per 10 giorni e non ho avuto cambiamenti e sicuramente dovrò fare un'altra ecografia per vedere se qualcosa è cambiato o se l'infiammazione è ancora persistente.
Volevo chiedere se lei ritiene opportuna una terapia, magari più lunga rispetto a questi 10 giorni, con questi integratori alimentari che, a quanto ho letto, hanno dei principi attivi per curare l'infiammazione. E' possibile allora portare tutto alla normalità per mezzo di queste compresse? Grazie mille ancora una volta.