Utente 486XXX
Buongiorno,

Ho 31 anni e da circa un mese soffro di sintomi che potrebbero ricordare quelli di una prostatite :

- Urinari : bisogno frequente di urinare, urgenze, senso di bruciore quando trattengo l'urina ; disuria : getto flebile e lento, esigenza di spingere per urinare, gocce d'urina ritardatarie.

- Sessuali : problemi di erezione, rare erezioni mattinali e (da una settimana) eiaculazione a pene flaccido ; getto di sperma flebile ; periodo refrattario che puo durare anche un giorno ; diminuzione del desiderio sessuale ; imbarazzo alla zona perineale e all'uretra dopo l'eiaculazione.

- Generali : senso di peso alla zona del perineo ; fastidi alla zona anale ; senso di fatica.

Premetto che i livelli di PSA sono nella norma, e che non ho ancora effettuato un esame rettale (prenotato pero per la settimana prossima).

Visto che, al contempo, mi è stata rilevata la presenza di ureaplasma urealyticum nelle urine, vi porgo la prima domanda :
- i sintomi descritti potrebbero derivare da un'infezione dovuta a questo micoplasma ?

La seconda domanda è la seguente :
Se non si trattasse di ureaplasma ma di prostatite,
- l'assunzione di Cialis 10mg potrebbe migliorare le mie erezioni? O il farmaco è efficace soltanto se non vi è infiammazione della prostata?

- l'assunzione di Cialis 10mg è controindicata in caso di prostatite ? Potrebbe peggiorare l'infiammazione ? Non mi riferisco a un'assunzione quotidiana, ma occasionale (in media, une volta ogni 2 settimane).

Resto a vostra disposizione, grazie della cortesia.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é evidente come sia entrato in panico,estrapolando una serie di connessioni cliniche e sintomatologiche fantasiose e penalizzanti,frutto di una ipocondria legata,anche,alla consultazione di internet.Segua pedissequamente i consigli dello specialista ed eviti la tentazione di porre e rinnovare una autodiagnosi.La prostatite,ancora da diagnosticare,va curata,assieme alla presenza dell'ureaplasma u.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it