Utente 370XXX
Salve,ho 19 anni(i dati nel profilo sono inesatti) e ho perso il desiderio sessuale(non tutto ma molto)negli ultimi tempi.
Premetto col dire che mi son sempre masturbato(fin da quando avevo 6-7 anni) strusciandomi sul letto e ho letto su internet che cio' puo causare effetti collaterali come de-sensibilizzazione del pene.
Siccome da qualche tempo notavo che non mi eccitavo piu' tanto nel vedere foto di donne nude e che ci mettevo sempre piu' tempo a eiaculare,ho pensato di smettere con la masturbazione contro il letto e ho ripreso quella normale.
Dopo il primo giorno dove non sono riuscito a eiaculare,il secondo giorno ci riesco pero' non pensando a donne nude ma a fantasia femdom(superiorita' della donna)che ho iniziato ad avere da gennaio(prima non le avevo mai avute).Le erezioni con eiaculazione riesco ad averle solamente eccitandomi con roba femdom(ed essendo eccitazione mentale e' piu difficile da avere),e mi e' scomparsa completamente l'attrazione fisica per le donne.
Prima mi masturbavo quotidianamente,anche piu di una volta al giorno,soprattutto perche il desiderio si faceva sentire(mi bastava immaginarle) e avevo la necessita' fisica di masturbarmi quotidianamente,mentre ora no(per avere erezione e segarmi devo eccitarmi mentalmente ed e' molto piu difficile e instabile dell'eccitarsi per attrazione fisica).
Qual e' la causa?Ho perso l'attrazione fisica delle donne per sempre?Puo' essere un problema ormonale?Che esami dovrei fare?Ripeto che le fantasia femdom,le sole che attualmente mi causano erezione mantenuta con eiaculazione,le ho iniziate ad avere a inizio gennaio.
Aggiungo che non sono ansioso per cio',ne' sono ansioso in genere,anche perche riesco a vivere anche senza sesso,pero voglio capirne le cause.
Ringrazio in anticipo e spero mi possiate aiutare.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello he ci racconta fa pensare forse a significative problematiche psicologiche.

Senta ora in diretta il suo andrologo di fiducia e poi sarà lui ad indirizzarla verso un percorso diagnostico e poi terapeutico mirato e preciso ed eventualmente indirizzarla ad uno psicologo con chiare competenze sessuologiche.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 370XXX

ok,grazie mille
I desideri femdom so come si sono originati,pero non ho capito come e perche mi sia sparita l'attrazione fisica perche' non sto vivendo nessun momento particolare e non sono stressato.
In ogni caso faro' visita dall'andrologo.
Ah gia che ci sono un dolore sulla punta del pene da che puo essere causato?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche questo è un motivo in più per sentire in diretta il suo andrologo e conoscere i mille problemi legati ad "un dolore sulla punta del pene".

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 370XXX

salve dottore,ho fatto degli esami generali ed e' risultato che ho il colesterolo totale alto (216 mg/dl),trigliceridi alti(184 mg/dl),l'aspartato aminotransferasi altina(44 U/L e il range normale e' 15-37),alanina aminotransferasi alta (93 U/L e il range e' 12-78).
Il testosterone risulta nella "norma": 262 ng/mL mentre il range totale e' di 200-850.
I risultati del testosterone non mi confortano perche' so che il range di valori degli ospedali e' locale e comprende tutte l'eta' quindi 262 e' basso per un ragazzo di 19 anni e inoltre rispetto alle analisi di 2 anni mi e' sceso di 81 ng/mL da 343 a 262.
Gli esami per i recettori degli estrogeni e riguardo lo sperma non li ho ancora fatti.
Il medico di base mi ha detto di non preoccuparmi eccetto per trigli e colesterolo e mi ha detto che e' ininfluente una fluttuazione di 81 ng/L,ma cio non mi conforta perche' il problema sessuale c'e' e questo abbassamento del testosterone spiega molto.
Altra domanda:puo c'entrare il fatto che io beva molto latte al giorno(1-2 litri)?
Attendo una sua risposta,salve :)

[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Buonasera,
in sintonia con quanto le è stato già detto, anche io sono dell’avviso di una diagnosi andrò-sessuologica e terapia psico-sessuologica.

In merito alla modalità in cui si mastirbava ed ai fanno associato la invito alla lettura di questo scritto, troverà anche un video

https://www.valeriarandone.it/disfunzioni-sessuali-maschili/masturbazione-alternativa/
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#6] dopo  
Utente 370XXX

grazie d.ssa Randone,ero gia a conoscenza della TMS ed e' stato quello il motivo che mi ha spinto a cambiare metodo di masturbazione.
Dopo un giorno che provai la masturbazione normale riuscii a masturbarmi tradizionalmente.
Ora le alterno,pratico quella tradizionale quando sono solo,perche' ho un coito molto ritardato (con poco sperma fra l'altro),quindi la masturbazione prona sul letto da meno nell'occhio.
Per quanto riguarda l'attrazione fisica verso le donne mi e' tornata un po' e ora si alterna al fetish,ma comunque sia ho ho poca libido e produco molto meno sperma.Per questo escludo la visita psicologica che mi servira a ben poco dato che ritengo che il mio problema abbia origine fisiologica.
Come ho gia detto ritengo che cio sia dovuto al calo del testosterone (da 343 a 262),anche se il medico curante dice che e' nella norma ma stento a crederci dato che in altri laboratori un livello di testosterone di 262 e' ai limiti o addirittura sotto la media.
Premetto che ho fatto gli esami per la prolattina ed e' nella norma,ma non li ho fatti per gli altri ormoni tiroidei e FSH,LH etc.
Aggiungo anche che ho i capezzoli gonfi(questo dall'inizio dell'adolescenza ma ultimamente si sono gonfiati di piu).
Spero in una vostra celere risposta(dell'andrologo possibilmente) :)

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche queste problematiche di natura ormonale, che a volte sono collegate anche ad un fattore psicologico, ad esempio stress acuti e cronici, sono un motivo in più per sentire o risentire in diretta sempre il suo andrologo e con lui valutare o rivalutare i suoi complesse e particolari problemi clinici.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 370XXX

Scusate se disturbo ancora ma voglio riportare un altro sintomo che pensavo fosse qualcosa di occasionale ma il ripresentarsi ieri m'ha destato sospetti.
Da qualche tempo saltuariamente ho dolore nella parte basse del pene nel momento prima dell'eiaculazione,tipo una scossa che mi fa avere spasmi e dolore.
Premesso che andro sicuramente a farmi visitare,secondo voi potrei avere una prostatiche che e' anche la causa della mia ipopsia?
L'abbassamento dei miei livelli di testosterone puo essere una causa o un effetto della prostatite?

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I sintomi ulteriori lamentati potrebbe essere indirettamente collegati anche ad una infiammazione della prostata.

Detto questo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com