Utente 505XXX
Gent.mi dottori buongiorno,
ho 58 anni e circa un anno fa decisi di affrontare il problema di calo della libido, astenia sessuale e conseguente DE. Decisi di farmi visitare da un andrologo e in prima istanza effettuai tutti gli esami ematochimici e i dosaggi ormonali e tutto risultò nella norma, premetto che lo stato di salute generale è buono, non fumo e non assumo farmaci. Anche la visita andrologica con ecografia ed ispezione della prostata non rilevò nessun problema.
Per riaccendere il desiderio e quindi anche una buona erezione mi fu prescritto il Cialis da 20mg, premetto che per problemi logistici con la mia compagna il suo utilizzo dalla prima assunzione è stato quasi sempre di una volta al mese o massimo dopo tre settimane. Gli effetti collaterali sono stati contenuti e tipici, congestione nasale e dolori articolari rientrati sempre nelle 36 ore successive, ma i benefici sotto il profilo dei rapporti ottimi. Ho eseguito una seconda visita di controllo a luglio per fare il punto e per capire come modulare la terapia in previsione di un periodo di ferie con la mia compagna più lungo (3 settimane).
Mi è stato prescritto Cialis 5mg a giorni alterni, vista la resa del 20mg e considerato il mio DE border line. Alla prima assunzione nessun problema ma con la seconda pastiglia si sono presentati effetti collaterali più marcati e diversi, una cefalea persistente il giorno successivo, un senso di spossatezza generale e poi i tipici e unici che avevo già riscontrato con la 20mg, congestione nasale e dolori articolari. Oggi dovrei assumere la terza e gli effetti collaterali sono rientrati, ma sinceramente sono rimasto sorpreso in quanto a dosaggio più basso e a giorni alterni pensavo non si manifestassero per niente. 
Vi chiedo:
Come mai 5mg rispetto a 20mg della stessa molecola procurano più marcati effetti collaterali?
È normale per questa modalità di somministrazione/dosaggio?
Questi sintomi rientreranno  quando il farmaco andrà a regime?
Essendo a giorni alterni l’effetto benefico sull’erezione impiega del tempo per andare a regime e gli effetti collaterali diminuiscono o rientrano del tutto?
Se volessi tornare alla 20mg che mi ha sempre coperto bene un weekend e oltre, a quanti giorni di distanza posso prendere una seconda compressa da 20mg assolutamente senza rischi?
Ringraziandovi anticipatamente porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

effetti collaterali importanti alla dose minima del farmaco, da lei indicato, che contiene come principio attivo del Tadalafil, quando ad una dose quattro volte maggiore non erano comparsi, una situazione quanto mai strana ed unica, comunque in medicina mai dire mai; ora è saggio risentire in diretta il suo andrologo di fiducia per aver sempre da lui le corrette e mirate indicazioni terapeutiche da seguire che noi, da questa postazione, non avendo potuto fare alcuna valutazione clinica acuta personale in diretta, non possiamo darle.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 505XXX

La ringrazio Dr.Beretta, sono d’accordo assolutamente con Lei nell’invitarmi a sentire il medico che mi segue, cosa che sono costretto a fare in settembre in quanto non è reperibile al momento per ferie all’estero. Il mio problema però è impellente in questi giorni, per affrontare queste settimane di vacanza con la mia compagna in tranquillità. Per questo mi servivano delle indicazioni di massima rispetto ai miei quesiti posti, per conoscere meglio il comportamento del farmaco a seconda delle dosi/posologia e un corretto utilizzo dello stesso senza improvvisazioni.
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Purtroppo, essendo i suoi sintomi dopo l’assunzione del farmaco e la sua situazione quanto mai strani ed unici, molto difficile da questa postazione, senza poter rivalutare il suo reale problema clinico, darle "indicazioni di massima rispetto ai quesiti posti, le dosi/posologie e un corretto utilizzo del farmaco senza improvvisazioni. “

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com