Utente 410XXX
Buongiorno ,
vi spiego la mia situazione che da circa un anno mi porto dietro ;premetto che nella mia vita sessuale ho avuto parecchi rapporti orali non protetti con prostitute e trans ,mai rapporti vaginali / anali non protetti.
Ad Agosto 2017 ho avuto una fistola perianale operata con successo,da quel momento ho cominciato ad avere bruciori zona anale e rossori ricorrenti al glande ed a volte anche alla pelle che lo ricopre.
Ho fatto delle visite con dermatologi venerologi che hanno minimizzato la cosa ,l'ultimo a cui mi sono affidato e che mi da fiducia mi ha fatto anche una peniscopia con una lente d'ingrandimento digitale collegata ad un cellulare (è ok?mi aspettavo una strumentazione diversa) ed ha escluso lesioni importanti ,dandomi cura con Cicaplast e NormoZinc all'occorrenza ;dopo questa cura ho tratto dei benefici ,però a tutt'oggi persistono intorno al meato uretrale dei rossori saltuari ( ogni 10 giorni circa ) che scompaiono dopo 1 o 2 giorni da soli oppure applicando queste creme prescritte.
Inoltre ho fatto delle visite da urologo/andrologo con ecografia apparato urinario e palpazione prostata dal quale il medico ha evinto una prostatie abaterrica cronica dandomi cura con Permixon che sta avendo buoni effetti ,dovrò tornare da lui a breve per ecografia TR prostata.
Ovviamente ho fatto tutti i controlli per le MST del caso , cioè esami sangue per HIV ,sifilide ,epatite A-B-C ,esame urine con urinocoltura , spermiogramma ,esame liquido seminale ed urina primo getto per ricerca clamydia ,gonorrea ,micoplasmi ed ultimi tamponi uretrali e balanoprepuziali in quanto notavo fuoriuscita liquido,questi due recentemente insieme ad una urinocoltura da dove sono venuti fuori 170 leucociti ed al tampone balanoprepuziale la presenza di Haemophilus parainfluenzae ( tutti gli altri esami avevano dato esito negativo);contattando il venerologo mi ha detto di applicare fuicidin , la mia dottoressa dice di non fare nulla,l'urologo addirittura mi ha consigliato un antibiotico per via orale ;io non ho fatto nessuna cura visto che il venerologo ha escluso che questi rossori siano causati da questo batterio.
Segnalo anche che da questa estate ho scoperto di avere vitiligine sorta penso in conseguenza al forte stress che ho avuto anno scorso in seguito alla paura di avere HIV o qualche altra malattia.
Dico questo perché volevo chiedervi se , avendo anche questa malattia della pelle autoimmune ,potrebbe essere che il mio sistema immunitario sia debole e questo porti anche ai rossori continui ed alla prostatite ,possono essere collegati ?
Ora non so piu' che esami fare ,a chi rivolgermi ,potete aiutarmi ed indirizzarmi?Sono confuso
Ad oggi la mia prostatite è sotto controllo ,anche se a volte sento alcuni fastidi tipo leggero bruciore quando esce pipi e sperma ( raramente) ,il getto urinario a volte sembra lento ,ed i rossori vanno e vengono ,getto eiaculatorio molto diminuito da anno scorso,residuo goccia postminzionale.Grazie per i vostri consigli.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

di fronte alla "paura" di aver fatto qualche "fesseria" sessuale bisogna rivolgersi ad un medico e seguirne le indicazioni
il web ed il Dott GOOGLE fanno venire molte ansie e preoccupazioni
Nella sua zona operano molti validi specialisti. Clin. San Carlo Paderno Dugnano
Cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 410XXX

La ringrazio per la risposta Dott. Pozza ; io sto gia' seguendo le indicazioni di un dermatologo venerologo presso centro CDI di Milano , come reputa questa struttura ? Io mi fido di questo dottore ho già fatto alcune visite e recentemente , visto che avevo batterio parainfluenzae , mi ha consigliato fuicidin che però non sto applicando visto anche consiglio della mia dottoressa , ma lo farò visto che oggi ho il rossore .
L'urologo addirittura mi ha detto di prendere per 1 settimana Supracef .... capite che la mia confusione nasce dal fatto che ho 3 medici che mi dicono 3 cose diverse ?
Che devo fare ?
Per il resto è un anno che vado avanti con questi rossori ciclici , quindi ancora nessuno ha capito bene il mio problema , è possibile ?

Tutti gli esami che ho fatto sono negativi a parte il batterio citato , che a detta del dermatologo non dovrebbe essere responsabile del rossore .

Grazie ad ogni modo per i vostri utili consigli e scusate lo sfogo ma sono un po' stanco e deluso .

Buona giornata