Utente 340XXX
Buonasera gentili dottori,
Dopo 2 anni che io e mio marito non abbiamo mai avuto figli (lui 44 anni io 32) ci siamo rivolti ad un medico specialista infertilità la quale dopo averci fatto fare uno spermiogramma , e dopo aver visto che gli spermatozOi di mio marito sono pochi (ma cmq abbastanza buoni e motili) ha detto che consiglia prima una IUI , e se non va bene procediamo con la iCSI. Io però so che prima di consigliare (o sconsigliare) una IUI bisognerebbe far fare un altro test allo sperma,che si chiama test di capacitazione, Il quale rivelerà,in base ai parametri, se gli spermatozOi sono o no in grado di superare le barriere della cervice insomma il test ci dice se é il caso o no di fare la IUI oppure che é totalmente INUTILE e che magari lo sperma in base ai parametri si presta solo per una ICSI. e quindi non perdere tempo e denaro con la.i

Intrauterina.Mi sbaglio? So che la IUI non ha alte percentuali di riuscita , ma almeno vorrei sapere se sono totalmente vane e quindi non buttare questi soldi , quindi chiedo a voi é vero che si dovrebbe fare prima questo test di capacitazione? Mi é sembrato strano che questo medico invece non ce lo abbia prescritto! Purtroppo ogni tecnica costa e anche tanto ,quindi vorrei essere oculata e capirci bene. Inoltre hanno rivelato tramite spermiocultura una piccola infezione e prescritto il farmaco Levofloxacina per una settimana. Questo antibiotico può influire negativamente sulla qualità /quantità dello sperma che sarebbe poi utilizzato per una eventuale IUI? Il medico dice di no e anche questo mi é sembrato strano dato che già quando si vuole fare un semplice spermiogramma chiedono sempre se si é fatto uso di antibiotici. Vi prego rispondetemi siamo così confusi, scoraggiati... grazie di cuore!

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,comprendo le preoccupazioni ma non comprendo perchè voglia entrare nel merito di strategie diagnostico/terapeutiche che richiedono perizia ed esperienza dello specialista di riferimento.Se non si fida,ne consulti un altro.Piuttosto,non ho compreso se sia una andrologo a gestire il quadro clinico o solo il ginecologo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 340XXX

Buongiorno gentile dottore, chi ci segue è un ginecologo EsperTo anche in infertilità, Quindi al momento opportuno ci ha anche mandato da un andrologo. Io vorrei fidarmi ma sento pareri contrastanti per questo ho chiesto a voi. Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i dati che ci fornisce sono vaghi.Mi viene di pensare che gli spermatozoi siano davvero pichi,rendendo inutile il ricordo alla capacitazione e,quindi,alla IUI.Va da se che l’unico parere che conta sia quello del centro di sterilita’.Cordialita’
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente 340XXX

Grazie per la risposta. I dati sono questi:
Concentrazione: 5.8 x 10 (dieci elevato a 6)ml
Numero tot: 15.3 x 10 (10 elevato a 6)ml
Motilità progressiva 33%
Vitalità 65 % vivi
Forme tipiche 7%

Lei cosa consiglia? Se una Iui é inutile io non la farei ! Risparmierei questi 800 euro e li investirei per la ICSI . Grazie mille di cuore