Utente 511XXX
Salve,
sono una moglie (anni quasi 28) un pò preoccupata in merito allo spermiogramma di suo marito (anni 34).
Faccio una premessa: mio marito è stato operato circa 4 anni fa di varicocele al testicolo sinistro, non ci hanno mai detto di che grado fosse, ma era clinicamente molto palpabile e recava particolare fastidio e pesantezza all'addome (motivo per il quale mio marito si è sottoposto alla visita). Hanno proceduto alla legatura chirurgica della vena spermatica. Non cercavamo figli, non abbiamo eseguito nessun altro controllo (nemmeno spermiogramma). Ha eseguito controllo dopo 1 mese e sembrava non esserci recidiva. Abbiamo messo di conseguenza questa storia nel cassetto delle cose dimenticate.
Ora, che siamo alla ricerca e io sono un soggetto un po' ansioso e consci di questa storia passati di varicocele, abbiamo pensato bene di fare uno spermiogramma di base + spermiocultura, eseguito presso un laboratorio analisi privato (non specializzato) eseguendo raccolta a casa. Il campione è stato consegnato in un quarto d'ora.
Il risultato è stato (ABBREVIATO):

Volume: 6ML
Concentrazione spermatozoi/ml : 25.000.000
Totale per eiaculato: 150.000.000
Forme tipiche: 18%
Motilità a 60min:
• progressiva veloce 0%
• progressiva lenta 15%
• discinetica 5%
• immobili 80%
Il ph e la viscosità sono nella norma, il colore pure. Non sono presenti ne leucociti ne emazie.
La spermiocultura è risultata negativa.

Abbiamo effettuato visita andrologica nella quale è risultata prostata ok (non ci sono calcificazioni), testicoli di dimensioni giuste e sembrerebbe esserci questa recidiva di varicocele al testicolo SX "udibile" solo tramite manovra di Valsava (si palpa a fatica solo in posizione eretta, tant'è che l'andrologo l'ha, come dire, "cercato" per bene solo dopo averlo appurato con manovra). Non ho capito, di che grado potrebbe essere quindi questo varicocele?

Concludo dicendo che l'andrologo non ha dato molto peso al varicocele, che a sua detta potrebbe anche non essere la causa della scarsa mobilità, ci ha consigliato di ripetere l'esame con capacitazione nemaspermica tra un paio di mesi in un centro specializzato in fertilità di coppia, prescrivendo nel frattempo cura con Spergin FORTE e Fertiplus. Ci ha comunque già parlato di PMA, e la cosa mi preoccupa. Ora, noi siamo al terzo tentativo mirato, io sono policistica con dosaggi ormonali ok ed ovulazioni in via di miglioramento grazie ad Inositolo. A detta della mia ginecologa "sono pronta".

Potete darmi il vostro consulto in merito alla nostra situazione?
Ci sono speranze di una ripresa della mobilità senza scleroembolizzazione del varicocele, che vista l'età, non si sa se potrebbe apportare miglioramenti?
Abbiamo possibilità, secondo la vostra esperienza, di ottenere una gravidanza naturale con questi valori?

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

possibilità di una gravidanza, senza ricorrere alla PMA,ci sono ma non aspettate troppo e, se dopo la terapia indicata dal collega non si hanno miglioramenti, bene allora seguire le successive indicazioni già ricevute.

Se desidera comunque avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gli articoli pubblicati e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inseminazione-intrauterina ,

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-fecondazione-in-vitro-e-la-icsi-come-si-svolgono-e-cosa-avviene-in-laboratorio/ .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 511XXX

La ringrazio per la pronta risposta.
Per "seguire le precedenti indicazioni ricevute" cosa intende? Operare il varicocele? Procedere direttamente alla PMA?
Secondo lei dobbiamo ritenere attendibile il risultato dello spermiogramma effettuato in questo laboratorio analisi? Ho telefonato alla biologa in quanto avevano indicata erroneamente l'orario di raccolta (avevano scritto 8.50 invece di 8.05) e ne ho approfittato per chiederle delucidazioni, ha addirittura parlato di numero troppo elevato di spermatozoi. Ma al consulto dell'andrologo poi mi sono resa conto che la biologa era forse poco preparata?
Ho letto che 8 su 10 esami effettuati presso laboratori privati vengono sbagliati.
Le chiedo scusa per le tante domande ma sono un po' confusa e spaventata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

certo il primo passo è avere in mano un esame attendibile.

Per "seguire le precedenti indicazioni ricevute” intendevo invece le terapie farmacologiche già consigliate.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 511XXX

Le faccio un ultima domanda: nel caso non vi fossero miglioramenti lei come procederebbe? Tenterebbe la scleroembolizzazione? Noi temiamo i tempi lunghi di recupero del LS, un non miglioramento ed ancora peggio un peggioramento.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A 34 anni si può discutere se seguire o meno questa strategia terapeutica.

Comunque, se desidera avere un mio parere ed informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo, sempre da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 511XXX

La ringrazio per la sua gentilezza, se posso, la terrò aggiornata con il nuovo esito dello spermiogramma.
Un saluto

[#7] dopo  
Utente 511XXX

Le chiedo scusa, mi sono dimenticata di chiederle una curiosità, ovvero la seguente: prima della raccolta è stata rispettata un astinenza di circa 116 ore (quasi 5 giorni completi, che sarebbe l'astinenza massima da rispettare. Può aver influito sulla motilità? Tenendo anche conto che eravamo nel periodo post ciclo e mio marito "era fuori allenamento". (Non trovo altri termini per esprimere il mio dubbio, spero di non sembrare fuori luogo).
Per il prossimo spermiogramma ci consiglia di rispettare un periodo di astinenza più breve? Grazie ancora

[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

lo spermiogamma di suo marito mostra una concentrazione di spermatozoi sostanzialmente accettabile ma una motilità piuttosto scarsa
In questi casi, prima di prendere decisioni terapeutiche, io consiglierei di ripetere l'esame magari nello stesso laboratorio, a distanza di almeno 20-30 giorni, associandolo ad una spermiocoltura con ABG per vedere se i dati alterati vengano confermati o smentiti.
nel caso di riconferma senza evidenza di infezioni potreste vedere i risultati dopo la terapia a 3-4 mesi.
nel frattempo rapporti sessuali frequenti e "sereni".
L'ipotesi di rioperare il varicocele a mio parere non ha significato.
Sentite comunque un andrologo per valutare meglio la situazione di suo marito
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org