Utente 267XXX
Salve dottori
Ho 37 anni , vivo in Inghilterra da due anni .
Ho sofferto di ossessioni pure d diverse tematiche , ma la piú forte è stata quella in tema omosessuale , non ho mai preso farmaci , solo psicoterapia , da qualche mese il disturbo è tornato , e dopo 2 anno di psicoterapia in italia , con ottimi risultati ho deciso di andare da uno psichiatra .
Con la mia ragazza i rapporti nei primi mesi di convivenza sono stati molto frequenti , la libido non è mai stata molto forte con lei ma la amo , ho sempre amato e voluto solo le donne ma un giorno mi si presentò questa domanda " non è che sono gay ?"e da li attacchi di panoco ed ansia . Per mesi spariva e ridevo degli effetti precedenti ma poi tornava il pensiero ossessivo o si attaccava a differenti tematiche .
Il problema ora è queato , assumo rivotril e cipralex da un mese , l umore è ottimo , il pensierp ossessivo ridotto al minimo , ma libido sotto i piedi . Non si alza da un mese .
Morto , bacio la mia raga , erezione , poi nulla , defaiance a letto , non raggiungo orgasmo in nessun modo , sembro bloccato .
Ho assunto cialis e levitra , nessun effetto .
Ormai ho paura che lei abbia voglia di fare l' amore , cerco di evitare in ogni modo . Tra noi sessualmente apparte i primi anni nn è mai stato un uragano , ma abbiamo sempre fatto buon sesso . Ora sono come morto sessualmente .
Potete capire che avendo libido a zero , tutto ciò alimenta il pensiero ossessivo " se nn ho erezione nn mi piacciono le donne" ed entro in un circolo vizioso .
Sono stato in passato in cura dal Dottor Pierluigi Izzo , grande persona , per due volte per una DE una volta e per altri priblemi la seconda volta , grande professionista , purtroppo non vivendo piu a Napoli non posso prendere appuntamento .
Cosa mi consigliate di fare ?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

vista la sua grande stima, che io personalmente condivido a pieno, per il collega Izzo, oggi fortunatamente non è un grosso problema raggiungere Napoli dall’Inghilterra.

Bene, visto il suo complesso problema clinico, non perdere di vista il suo storico" andrologo di fiducia.

Nel frattempo, se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su questi temi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html


Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 267XXX

Gentile dottore .
Purtroppo farmi seguire da un andrologo in Italia è molto problematico per me .
Se nn lo fosse ci sarei giá andato .
Il promevla non sta nel sottoporsi ad una visita , ma nell' intraprendere un iter , fare tutta una serie di esami che hanno bisogno di tempo , che io non ho .
Come consigliate di agire ? Andare giá ora da un andrologo ? consultare prima lo psichiatra? consultare un sessuologo ?
Ciò non toglie che possano essere la medesa figura (andrologo-sessuologo) chiaro poi che quando tornerò a Napoli chiederò un parere al mio andrologo di fiducia .
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 267XXX

Grazie per la lettura da lei indicata .
Purtroppo ho fatto uno di finasteride per anni , lasciata solo da 6/7 mesi , potrebbe questo aver influenzato molto libido ed erezione ?
Usato per circa 6 anni , ad intervalli di 3 mesi ogni 9 mesi .
Gli effetti dopo 6 mesi senza utilizzo non dovrebbero gia essere reversibili ?
Grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

io consiglio in primis sempre una valutazione con esperto andrologo e sulla Finasteride le indico la lettura sempre di questo mio minforma:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2452-finasteride-effetti-collaterali-sulla-sessualita-e-sulla-fertilita-maschile.html

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com