Utente 548XXX
Salve, ho 27 anni e da sempre soffro di una ipersensibilità al glande. Ho consultato un andrologo il quale dopo avermi visitato mi ha detto che non ho nulla di che preoccuparmi e che posso definirmi "più fortunato" rispetto agli altri. Il problema è che questa ipersensibilità mi reca molto fastidio ed è causa anche di eiaculazione precoce. Le ho provate tutte come per esempio mantenere il glande scoperto 24/24h. e vorrei farvi notare che non ho alcun problema nel mantenerlo scoperto. Vorrei capire se ci sono dei rimedi naturali o comunque non invasivi per desensibilizzare il mio glande visto che per esempio la circoncisione non credo sia utilie per il motivo detto in precedenza. Inoltre vorrei precisare che non è mio intento ricorrere a dei sotterfugi come anestetici o creme/gel/preservativi ritardanti grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

l'eiaculazione precoce è una patologia molto frequente nell'uomo e lo specialista dopo aver valutato se trattasi di EP primaria o secondaria dovrebbe impostarle una terapia specifica che ha lo scopo non solo di farla eiaculare più tardivamente ma soprattutto di riuscire nel tempo a controllare le sue sensazioni sessuali e quindi migliorare la qualità dei suoi rapporti.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 548XXX

Mi sottopporrò alla visita, ma ammesso che sia primaria, esiste una terapia per desensibilizzare il glande?

[#3]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se fosse primaria non è solo il glande che è interessato ma anche la "centralina" che controlla l'eiaculazione, si confronti con un bravo specialista e avrà buone probabilità di migliorare.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it