Ipospadia e dimensioni del pene

Buongiorno, vorrei informazioni in merito al ipospadia e alle dimensioni del pene.

Mio figlio (10 anni) inizia ad essere molto complessato per le sue dimensioni.

Premetto che è stato circonciso all'età di 5 anni.

Presenta l'orifizio nella parte più bassa del glande.
(Non è centrata ma è proprio sotto sotto...).

Mi sono accorta che il bambino crescendo ha comunque dimensioni molto ridotte.
Lo scroto e i testicoli si presentano normali, ma il pene è veramente molto piccolo.
Avendo un secondo figlio di 5 anni la differenza inizia ad essere molto palese.

Vorrei sapere come muovermi, che visite fare e soprattutto se esistono cure ormonali per le dimensioni o altro per permettergli di avere un domani non solo una vita sessuale "normale" ma soprattutto per dargli un minimo di autostima che inizia (già alla sua giovane età) a venire meno.

Soltanto da pochi mesi (da quando il bambino mi ha espressamente parlato del suo disagio) mi sono documentata in merito ed ho scoperto che non è poi così "normale" avere il buchetto così in basso né tanto meno avere un pene così piccolo alla sua età.

Il suo papà non vanta dimensioni mastodontiche, anzi, è molto sotto la media, parliamo di 10 cm in erezione.
Fino ad oggi ho creduto fosse solo una caratteristica genetica.
Proprio come il buchetto sul glande, posizionato esattamente come il padre.
Ingenuamente mi sono detta che come per noi donne, esteticamente anche gli uomini possono presentare delle differenze e non ho chiesto visite specialistiche per il bambino prima di ora.

Voglio chiarire a scanso di equivoci che è stato il bambino stesso ad esprimere il desiderio di "risolvere il problema" in quanto non riesce nemmeno a fare la pipì tenendo il pisellino con le dita senza farsela sulle mani.
Da parte mia mi sento molto responsabile di non aver dato magari più peso alla cosa e non essermi rivolta prima ad uno specialista.

Vogliate per cortesia indirizzarmi per eventuali analisi, visite e tutto ciò che si necessita sperando di essere ancora in tempo (essendo ancora in età di sviluppo).

Spero di ricevere una risposta.
Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

visto il problema lamentato dal figlio è arrivato ora il momento di sentire in diretta anche un bravo ed esperto andrologo.

Approfittate di queste problematiche anatomiche e non sicurezze del bimbo, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il vostro andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio