Frenulo breve: necessaria seconda operazione?

Buongiorno,
Quattro anni fa sono stato operato di frenuloplastica.
Secondo sia il medico di base che l'urologo dell'ospedale dove ho fatto l'operazione, quest'ultima ha avuto successo.

La questione è che, quattro anni dopo, temo che non sia bastata: mi capita spesso, sia dopo la masturbazione che dopo un rapporto, di sentire del dolore.
Niente di insostenibile, ma per me da sempre sia rapporto che masturbazione comportano un po' di bruciore durante e dopo.


In generale, riesco a scoprire il glande senza problemi.
Quando invece faccio scendere la pelle al di sotto del glande, lungo l'asta, il frenulo tira sul glande, un po' come nella seconda e terza immagine dell'articolo del Dr.
Edoardo Pescatori su questo sito, (https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/642-il-frenulo-del-pene-tutto-quello-che-c-e-da-sapere.html).

A pene eretto questa cosa è ancora più acuta.
Usando il preservativo (quindi a glande scoperto), il movimento di trazione che spinge la pelle "arrotolata" dietro al glande causa il piegamento del glande, che però "fisicamente" non può piegarsi, risultando con il fatto che il frenulo viene tirato.

Una cosa analoga capita durante la masturbazione se "provo a far scendere" la pelle al di sotto del glande.


La questione è stata presa "rapidamente" sia da dottore che urologo, che a essere sinceri non hanno preso il tempo di controllare a dovere, e per ovvi motivi non hanno potuto vedere la situazione a pene eretto, chiosando con un "è tutto normale".


Ora, io questo fastidio lo sento.

Vorrei chiedere: è normale provare un minimo dolore/fastidio durante o dopo masturbazione o rapporti?

E' normale che la pelle non possa "srotolarsi" completamente lungo l'asta del pene, e che a un certo punto vada a tirare sul glande?

Può essere necessaria una seconda operazione, oppure come può essere gestita la cosa?


Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 415 2
caro lettore
non sempre una frenuloplastica risolve i problemi-disagi erettili-pentrativi
forse una circoncisione potrebbe risolvere il problema
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, ringrazio per la celere risposta. Proverò a valutare questa strada,col medico di base, sperando di essere preso sul serio questa volta...

Vorrei chiedere ancora una conferma riguardo alle mie due domande:
-E' normale provare un minimo dolore/fastidio durante o dopo masturbazione o rapporti?
-E' normale che la pelle non possa "srotolarsi" completamente lungo l'asta del pene, e che a un certo punto vada a tirare sul glande?

Riuscire a distinguere tra una situazione "normale" e una anormale è difficile. I medici sono indisponibili a parlarne seriamente, e sul web non si riesce a trovare una fonte affidabile.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa