Calcificazione aortica prognosi?

Salve

Recentemente mi è stata diagnosticata tramite ecocuore una calcificazione grossolana nella cuspide coronarica dx realizzante insufficienza lieve moderata a jet centrale (anche se, a detta del cardiologo, l’insufficienza sarebbe soltanto lieve visto che ho sostenuto l’eco pochi minuti dopo la prova da sforzo e quindi ancora affaticato).
Il resto pare essere tutto nella norma (fe 68%, dimensioni ventricolo destro, calibro bulbo aortico etc), praticamente l’unico problema risulta essere la calcificazione con insufficienza (probabilmente dovuta ad una pregressa infezione da streptococco che mi ha perseguitato fin da bambino).
Giocando a basket hanno ritenuto necessario, oltre alla prova da sforzo con ecg (tutto nella norma), applicarmi
Anche un holter cardiaco 24hr che non ha rilevato alcuna anomalia elettrica, con conseguente rilascio del certificato per attività sportiva agonistica.
Mi hanno però suggerito (ed ho già prenotato) una transesofagea per approfondire la questione.
Sono molto preoccupato perché non ho mai avuto problemi seri di salute e temo in una prognosi negativa.
Ho il brutto vizio di leggere su internet e sembra una questione molto seria.
Gradirei un vostro parere in merito in base ai pochi (ma spero sufficienti) dati da me forniti.
Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 108.1k 3.6k 3
La valvulopatia aortica che lei segnala necessita al momento solo un controllo periodico dell'ecografia (una volta all'anno ed una profilassi antiendocarditica in caso di interventi odontoiatrici o endoscopie.
L'attivita fisica intensa non e' indicata.

cordialita'

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Attivo dal 2023 al 2023
Ex utente
Salve e grazie per la sua risposta e per il suo tempo. Ho eseguito la transesofagea ed è risultata una bicuspidia aortica, il referto dell’ecocuore era dunque impreciso poiché indicava la valvola come verosimilmente tricuspide.

Avrei un paio di dubbi:

Nel referto della transesofagea è indicata un’ectasia dell’aorta ascendente (38mm) che il cardiologo ha descrito come leggermente al di sopra del limite normo superiore che dovrebbe essere di 37mm. Il primo dubbio è: non dovrebbe dipendere anche dalla massa, altezza e superficie corporea del soggetto? Ho una corporatura abbastanza massiccia nonostante abbia una % di massa grassa da sportivo, potrebbe la mia aorta avere una dilatazione normale alla luce di questo? O comunque si tratta di dilatazione?


Oltre il controllo annuale ed evitare attività fisiche intense come il sollevamento pesi non mi è stato prescritto nessun altro controllo. Sarebbe, a suo avviso, necessario un controllo hdl ldl?

La ringrazio, cordialmente
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 108.1k 3.6k 3
La dilatazione delella,radice aortica è legata all deformazione della,valvola che fa si che il flusso attraverso la valvola non sia più laminare ma turbolento e quindi aumenta lo stress di parete .
Ecco perché si sconsiglianomattivita fisiche impegnative
Certo che può controllare imvslori della,colesterolemia ma questi non hanno niente a che fare con la,sua valvulopatia congenita

cordialita cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso