Utente 486XXX
Salve sono un uomo di 35 anni da 20 in preda ad ansia e molto saltuariamente attacchi di panico a seguito di quello che è stato diagnosticato come attacco di panico a 15 anni.
Dopo tutti questi anni, durante una seduta psicologica mi è stato chiesto se avevo mai fatto una visita cardiologica per escludere problemi cardiaci ed effettivamente non l’avevo mai fatta.
Ne ho fatta una ieri e il dottore ha trovato un LIEVE sopraslivellamento del tratto ST che a voce ha detto potrebbe ricordare la sindrome di Brugada ma per cui è necessario fare altri esami (sul discorso Brugada è stato molto vago ma temo per non allarmarmi.)
A voce sono stato quindi tranquillizzato e mi è stato consigliato Holter e prova da sforzo, ma leggendo il referto non mi sembra particolarmente tranquillizzante (so di essere ansioso).

Ritmo sinusale, FC 68 bpm.
Lieve sopraslivellamento del tratto ST a tenda in v1 e a sella in v2. Normale intervallo QTc. Al secondo livello intercostale non variazioni significative.

Presentare con premura tutta la documentazione e gli esami al medico di famiglia. Se dolori toracici, sincopi o presincopi o dispnea a riposo contattare il 118. Si consiglia ECG Dinamico secondo Holter (eventuale event recorder) e prova da sforzo.

Il paziente presenta alterazioni ECG molto dubbie in assenza di fattori di rischio per aritmie minacciose. Inizierei a valutare con Holter e prova da sforzo.

Essendo un soggetto ansiono ho avuto fasi della vita dove la dispnea a riposo e spesso tachicardie erano presente tutti i giorni ma non ho mai fatto visita al pronto soccorso o simili proprio perché pensavo fossero dovuti all’ansia (diciamo che il fatto di attribuirli all’ansia era un fattore tranquillizzante).

Quello che mi chiedo è questo referto (probabilmente filtrato dalla mia ansia) sembra avere un esito preoccupante, interpreto bene?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L' ECG e' come un film e va visto per sapere se sia bello o brutto, non ci si puo' certo fare un'idea in base a cio' che pensano gli altri.

Se vuole me lo puo' inviare alla mia posta elettronica a patto che sia completo di nome e cognome data e timbro del luogo di esecuzione dell'esame altrimenti, per motivi medico legali, non potro' esprimere alcuna opinione

cecchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 486XXX

La ringrazio per la risposta e per la disponibilità. Non voglio disturbarla troppo per una semplice questione ansiosa.

La mia curiosità in realtà è colta dal linguaggio medico.
Non so come interpretare la frase:
“Il paziente presenta alterazioni ECG molto dubbie in assenza di fattori di rischio per aritmie minacciose"

Nel senso mi è stato detto di non preoccuparmi ma questa frase forse la interpreto male io come un "C'è qualcosa che non dovrebbe esserci se non ci fossero anche aritmie pericolose", quindi un sospetto del medico che ci siano delle aritmie pericolose.

Inoltre la frase "Se dolori toracici, sincopi o presincopi o dispnea a riposo contattare il 118" è una prassi? O un messaggio di tipo "la tua dispnea potrebbe non essere ansia".

Sono una persona ansiosa ma non mi reco mai al pronto soccorso perché mi sembra eccessivo, ma questo referto mi sembra mettere in discussione il fatto che non sia solo ansia.

La ringrazio ancora comunque.
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
le ho gia detto di inviarmi l ECG.
alteiemnti parliamo di aria fritta

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza