Utente 492XXX
Gentili medici, sono un ragazzo di 30 anni. Cerco di spiegare sinteticamente quello che è il mio problema. Da circa 3 mesi avverto dei stranissimi sintomi, il tutto iniziò dopo un turno di lavoro in ufficio in cui avvertii una improvvisa debolezza alle gambe, sensi di svenimento, pressione toracica e palpitazioni.
Chiaramente sono accorso al PS, dove mi hanno effettuato ECG, esami del sangue, RX torace e visita medica, il resoconto fu da parte de medici solo stress. Dopo un apparente periodo di calma questi sintomi sono ritornati con una regolarità preoccupante fino a diventare quasi costanti. In questi mesi sono tornato al PS altre 3 volte sempre con esiti negativi degli esami.
Ultimamente i sintomi più costanti sono bruciore e fitte toraciche ( nella parte centrale ), sensi di svenimento ( senza mai svenire ), palpitazioni, dolori addominali ( con addome sempre gonfio ed eruttazione costante ) e stanchezza.
Dopo essere stato 4 volte al PS, il medico di famiglia mi ha consigliato di effettuare un ECG 24H e di seguire una terapia con lansoprazolo per 28 gg. Ma questi sintomi mi stanno preoccupando tantissimo, ormai durante il giorno vivo con la paura di avere una crisi in qualsiasi momento, in ufficio o con amici ormai non vivo più serenamente e sono molto preoccupato. Chiaramente ogni giorno ormai, vivo con suddetti sintomi, quindi più che paura che essi si manifestano, è una speranza che essi non mi portino nuovamente al PS.
Voi pensate che questi sintomi possano essere di natura gastrica come il mio medico pensa o devo pensare a cause cardiache?

P.s: capisco benissimo i limiti delle consultazioni online, quindi sono qui più che altro a chiedere un parere medico aggiuntivo e in Italiano visto che trovandomi in UK a volte ho problemi linguistici.

Ringrazio in anticipo,
C.L

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
per prima cosa lei non è un ragazzo di 30anni, ma un uomo di 30anni.
In secondo luogo i suoi disturbi sono tipicamente attacchi di panico che se continuassero meriterebbero l artenzione di uno specialista

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza