Utente 845XXX
Buondì,
dopo un periodi di astenia con emoftoe,che dopo scoperta neoformazione crf verosimilmente benigna non risulterebbe da otl tale da generare particolari problemi,ho seguito una terapia con antibiotici e prednisone,dalla cui assunzione di quest'ultimo nel giro di pochi giorni ho iniziato ad avvertire battiti anomali specialmente mattino e/o sera(forse esacerbati ma presenti magari da prima e asintomatici fino a quando ho iniziato il prednisone),poi diminuiti ma non passati al termine della settimana di terapia,anzi con peggioramento che vede sbalzi pressori nel giro di pochi minuti dove ho sudorazione fredda,affanno facile(e ciò accade specialmente dopo sforzi anche minimi),capogiri e cefalea con confusione. Dopo alcune lipotimie e un trasporto in ps ho eseguito recenti ematochimici di base(nella norma),rx torace(negativo tranne trama polmonare accentuata di verosimile natura vascolare in sede paracardiaca basale dx),ecocardio(negativo,trascurabili insufficienze mitrale e tricuspide e setto IV 12mm che però mi è stato indicato dal cardiologo come normale data la mia vita sportiva intensa(canyoning,pugilato),ora sospesa forzatamente a causa dei sintomi)e holter ecg 24 ore,dal quale sono emersi i seguenti dati:
ritmo sinusale con normale escursione circadiana fc min 51/min max 162/min
rare CPV monomorfe non precoci talora interpolate(voce eventi ventricolari:battiti totali 12(0,01 in %)
conduzione a v nella norma
assenti pause di durata superiore a 2 sec.
non modificazioni significative del tratto st-t
numerose CPSV isolate talora condotte con aberranza,alcune coppie e triplette(nel dettaglio eventi sopraventricolari,si legge infatti battiti totali 3762(3,54 in %),salve tachi sv 10 più lunga 3 freq max 120,ed esse sono distribuite in tutte le ore analizzate ma con la stragrande maggioranza tra le 21 e le 6 del mattino(ben lontane de eventuali attività diurne)con punte notturne di oltre 400 in un'ora),notti nelle quali spesso vengo svegliato da questo senso di continuo battito sfarfallato,che mi impedisce di riaddormentarmi subito.
Sono portatore di piccola ernia iatale(2 cm),senza esofagite nè sintomi tipici e infatti il gel esclude sia correlata al problema,anche in seguito a quanto esposto sulla mia gestione nella giornata di pasti,terapie ipp già affrontate per eventuale reflusso(che mi dice appunto non avere luogo in correlazione ai sintomi).
In precedenza avevo eseguito un holter uguale circa 8 anni fa per cefalee e capogiri che però si risolsero e non aveva infatti dato questi valori,ai tempi refertato infatti con rarissime extrasistoli ventricolari non precoci monomorfe isolate(battiti totali 2)e rarissime extrasistoli sopraventricolari sempre isolate(6)
Gradirei un parere sui nuovi referti,per capire eventuali correlazioni con i sintomi e se meritevole di altri approfondimenti e quale sia il significato clinico specialmente dell'holter,oltre che se compatibile con sforzi e attività sportive amatoriali e anche agonistiche.
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
"con punte notturne di oltre 400 in un'ora"

Io penso che lei stia scherzando...

vuole mica prendere in giro me , per caso?

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 845XXX

Buonasera Dr. Cecchini,
provo a scrivere i dati in modo più chiaro:
nel ripielogo holter è indicato:
battiti totali 106226
battiti sconosciuti 32
altri battiti e percent afib 0
ora inizio 12.48.00
ore analizzate 22:56:35
artefatti 0:03:21
poi come avevo riportato vi sono le due voci:
eventi ventricolari
battiti totali 12
% 0,01
forme 1
Ve/minuto max 2
Ve/ora max 3
Ve/ora medio 0,5
Ve/1000 0,1
(nessuno altro dato diverso da zero)
ed
eventi sopraventricolari
battiti totali 3762
% battiti 3,54
coppie 67
salve tachi sv 10
più lunga 3 batt.alle 21.15.42-1
freq max 120 bpm alle 5.11.35-2
sve/minuto 19 batt.alle 23.39.00-1
sve/ora max 596 batt.alle 6.00.00-2
sve/ora medio 171,0
sve/1000 35,4
la mia osservazione,probabilmente espressa male per ignoranza in materia,era poi riferita alla pagina seguente dove si riportano altri dettagli("riepilogo totale aritmie"),sulla cui parte in basso,ad ogni numero progressivo delle ore a sinistra,si trova a destra un numero indicante sempre un valore diverso da 0(tranne che le ore 18)per ciò che riguarda la colonna "eventi sve",senza voler tediare riportando ogni dato,faccio un esempio dove alle 21:00:00-1 al totale a dx è 71,alle 22:00:00-1 è 81(con a fianco couplets 2),alle 23:00:00-1 è 63,poi alle 0:00:00-2 è 274(a destra colonna couplets 8),alle 1:00:00-2 è 462(a destra couplets 12),e così via con numeri anche più alti;a fianco in alcuni casi(in totale i 10 indicati nella voce eventi sopraventricolari),vi sono riportati valori diversi da 0 nella colonna "tachi sve".
Può confermarmi che,nonostante questi dati riferiti presumo a delle extrasistole,l'holter possa essere considerato nella norma benchè ben diverso dal precedente di anni fa?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ammesso, ma non concesso , che il referto sia stato stilato con un esame manuale E NON AUTOMATICO come purtroppo avviene nella gran parte degli holter, lei ha della banali extrasistoli sopravemtricolari.
si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 845XXX

Il dubbio mi era sorto solo per la evidente differenza con l'esame di 8 anni fa(oltre a questa presunta "trama polmonare accentuata in sede paracardiaca basale dx",che non era presente in altre rx torace ma che si presume non avere significato clinico,sebbene io non bevo nè fumo ma ex fumatore moderato per circa 10 anni tra i 17 e i 26 di età,ormai smesso del tutto da oltre 10 e seguo da sempre,anche quando fumavo,dieta sana e abitudini regolari con attività fisiche anche molto intense),presumo sia dovuto a un periodo che tra terapie cortisoniche,stress fisici per lavoro dove sto molto in ambienti umidi(ora sono a riposo)e attesa del termine del percorso otl per la certezza di non dover affrontare intervento per la neoformazione adenoidea,mi abbia condotto a questi risultati.
La ringrazio della risposta,non saprei precisarle se trattasi di holter con esame automatico ma presumo di sì,mi pare standardizzato ad altri quale sia il mio precedente che uno di mia madre;nelle righe di commento alla voce "impressioni e note" vi è solo quanto avevo scritto sopra,sotto c'è poi il timbro dell'ospedale e una firma ma ciò presumo non sia indicativo del fatto che possa essere stato stilato un referto manuale.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
è sicuramente un Holter letto in automatico, purtroppo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 845XXX

Presumo che Lei intendesse che non me ne devo preoccupare comunque,anche se letto in automatico.
La ringrazio

[#7] dopo  
Utente 845XXX

Buondì,vorrei avere se possibile ancora un cortese parere.
Ho ancora vertigini con cefalea spec.con sforzi,a volte anche lievi,a volte addirittura a riposo spec.appena sveglio il mattino,e non avendo avuto miglioramenti sui sintomi nemmeno sospendendo le attività sportive praticate(tuffi,sport da combattimento)il cardiologo mi ha fatto eseguire test ergometrico da sforzo su pedana mobile protocollo Bruce,la dott.sa che lo ha eseguito abbia confermato che ho un recupero lento,sebbene dica che quello non è aspetto che lei ha valutato;rispetto a quando stavo bene,oltre a ciò che ho descritto,accade che ad ogni sforzo la tachicardia si normalizza con un lasso di tempo molto lungo(a volte anche 1 ora,lasciandomi in preda alle solite vertigini e cefalea,con conseguente affanno),per poi presentare le extrasistole sopratutto a riposo quando sono a volte bradicardico,ma la bradicardia si verifica quasi sempre solo se prima nella giornata ho fatto sforzi consistenti (es.nuoto,lavori pesanti etc)perchè invece generalmente è il contrario(ho,rispetto a prima,un battito a riposo e dopo sforzi,accelerato),il test indicata durata 12:50 min:sec,lavoro mets max 15.00,fc a riposo 79bpm(è sempre tra 78-90bpm da quando ho problemi come già riscontrato anche in altri recenti ecg intorno agli 80bpm,mentre quando stavo bene era tra 60 e 70),salita a fc max 218bpm che rappresenta il 119% della fc max obiettiva per l'età,pa a riposo 115/85 mmhg salita a max 180/90 mmhg,test arrestato per raggiunta fc obiettiva.
Sulla colonna BEV(bpm)-non ce n'è una BESV,non so se quindi la si intende come comprensiva anche delle eventuali CPSV o se hanno veramente riscontrato solo CPV-si riporta a livello riga stadio 4(durata 3:00 min)48 eventi,stadio 5(durata 00:51sec)84 eventi,poi 11 eventi nel recupero stadio 1,tutti gli altri stadi non ne hanno(valore 0);max ampiezza st 0,14mv in avf(stadio 4 a 11:50),ma sulle note non risultano commenti in merito,la dott.sa che lo eseguito ha solo riportato negativo per angor,ischemia,aritmie,buon controllo pressorio nonostante le mie problematiche.
Premetto anche che,malgrado stop forzato,ho ancora un fisico atletico,con peso/altezza 71kg per 1,78m,sempre dieta regolare come da anni e nessun vizio,oltre che attualmente nessuna terapia farmacologica in corso nè stress lavorativi,dormo discretamente bene(media 8 ore di sonno mediamente interrotte 1 volta nella notte per minzione),esami ematochimici tutti regolari(reni,emocromo,transaminasi,prot.c reattiva,tsh etc).
Fatta anche,per bruciori tracheali e costali sulla dx che a volte si riacuiscono con lievi macchie in sporadico catarro mattutino(ma indipendentemente dai sintomi di pertinenza cardiologica),tc hrct torace prescritta a suo tempo da pneumologo per escludere eventuali bronchiectasie,risultata negativa.
Il gel che ha eseguito visita in seguito a scoperta ernia iatale media(2cm),non la considera influente,nè tale da aver esarcerbato questi sintomi(o comunque seguito la sua dieta da mesi,non ho reflusso,non più senso di peso epigastrico,e le vertigini come quanto altro descritto compaiono anche ben lontano dai pasti o a digiuno),infatti fu lui ad insistere indicando al mio curante la necessità di valutazione cardiologica.
Secondo Lei,sarebbe il caso di insistere per altri approfondimenti in ambito cardiologico?

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente no, lei ha esami cardiologici perfettamente normali.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#9] dopo  
Utente 845XXX

grazie ancora Dottore,arrivederci