Utente 439XXX
Salve gentilissimi dottori, purtroppo sono ancora qui.
Più che altro mi servirebbe una delucidazione. Dopo aver ripetuto ulteriormente gli esami (holter a luglio, eco intorno Marzo dove avevo effettuato un altro Holter), si è giunti alla conclusione che il mio problema è di tipo psicologico-ossessivo(visto che continuamente vado a ricercare aritmie nei miei battiti tra auscultazione di polso e con Fonendo). Vivo da solo dalla scorsa primavera (quando ho iniziato a lavorare) e nella giornata di oggi sono tornato dalle ferie(sono stato dai miei genitori). Il ritorno qui è stato un incubo. Ho ripreso/continuato con le vecchie abitudini di auscultarmi e, tra ansia e sforzo, ho trovato(o almeno così mi è sembrato) delle extrasistoli "sotto sforzo intorno ai 120-130". Sono andato nel panico e ovviamente a quella soglia continuavano a venire, anche se riprovavo a fare uno sforzo. Premetto due cose: quando sono stato dai miei sono andato dall'aritmologo che ha visto i vari esami,ha parlato di una sede di queste cellule ectopiche da cui parte questo impulso(credo sia normale in chi ha le extra avere cellule ectopiche e che queste possano esser influenzate dall'ansia, o mi sbaglio?) e ha detto che quel tipo di extrasistoli lì segnalate, anche se erano 3000, erano del tutto benigne. Inoltre anche dalla prova da sforzo, pure se datata 2017, c'erano extra sia a inizio sforzo e presumo anche nel recupero.

Quello che vi chiedo è: quando vengono considerate extra da sforzo? Cosa si intende in pratica per sforzo e nel mio caso, posso stare tranquillo che ancora una volta era solo questione di testa? Ho paura di effettuare sforzi proprio per questo motivo, e se prima le sentivo da 120 in giù adesso che le ho trovate(magari solo per oggi e con quello stato d'animo(intorno ai 120-130 già mi sta crollando il mondo addosso), anche perchè, guarda caso, più si avvicinavano le ferie e anche durante in momenti un po' "no", le ho trovate sempre diverse, tant'è che da un po' mi vengono di seguito tipo 1 e poi un altra dopo 5-10 sec subito dopo.
Grazie mille per la vostra immensa pazienza e per le vostre spero risposte. Mandatemi pure a quel paese se serve

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente , è dal febbraio 2017 che le rispondo le stesse cose.
Ora ha avuto anche L opinione di un aritmologo da lei consultato che le dice le
Stesse cose .

Non posso esserle ulteriormente utile per cui non rispondo più ai suoi post ossessivi

Ci sono altri cardiologi qui sul sito ai quali può inviare i suoi post monotematici.

Io non le risponderò più su post analoghi

Cordialmente

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 439XXX

Dottore grazie per la risposta e lo so che sono ossessivi, lo so che sono antipatico, sono tornato qui a casa e a lavoro e mi è come venuta la nostalgia di casa. Guarda caso oggi ho preso la bici per andare al lavoro e in quel momento sono ripartito a sentirle(da stamattina non mi ero auscultato e non ho il fonendo). Nel momebto che ho preso la bici di nuovo colpi in gola, appena arrivato mi ausculto al polso e le sento cone le ho detto ieri già sotto i 130, intorno a 120. Secondo voi e la prego trovi la pazienza per mandarmi a quel paese completamente ma almeno di rispondermi a quello che spero sia l'ultimo post, posso fare sforzi? O meglio posso stare tranquillo che non sono correlate le cose?

La prego ancora di rispondermi (almeno un ultima volta) e la ringrazio in anticipo