Utente 464XXX
Buongiorno Dottori.

Mia madre, dopo un ictus ischemico avvenuto ad agosto 2017, è stata in cura con anticoagulante (Eliquis 5mg) e antiaritmico (Cordarone + idrochinidina) fino ad aprile 2018.
Dagli esami del sangue svolti ad aprile 2018 è emerso che i valori di TSH erano notevolmente diminuiti, passando da valori normali del 2017 a 0.04 μUI/mL (valori considerati normali tra 0.35 - 4.94).
Poiché l'accoppiata Cordarone + Idrochinidina mi è stata sconsigliata da più di un dottore e dato che continuavano a presentarsi episodi di fibrillazione atriale parossistica (una volta a settimana), ho deciso di rivolgermi ad un altro cardiologo che ha sostituito i 2 antiaritmici con la Flecainide. Dopo 3 mesi di Flecainide la fibrillazione è sparita, ma da esami del sangue svolti a fine agosto risulta che il TSH è ancora molto basso.

In particolare:

FT3 3.06 pg/mL (VALORI NORMALI 1.71-3.71)
FT4 1.22 ng/dL (VALORI NORMALI 0.7-1.48)
TSH 0.04 μUI/mL (VALORI NORMALI 0.35-4.94).

E' possibile che a distanza di 5 mesi dall'interruzione del Cordarone il TSH sia ancora così basso?
Dopo quanto tempo mediamente è lecito aspettarsi che torni a valori normali?

Vi ringrazio anticipatamente.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il TSH puo' rimanere "basso" anche per mesi e non crea alcun problema dato che gli ormoni tiroidei sono normali
Nessuna preoccupazione

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza