Utente 507XXX
Salve. Sono un Odontoiatra
Anno 2006 Primo episodio di Fibrillazione atriale regredito con flebo di Flecaidide al Pronto soccorso. No Terapia domiciliare
Anno 2013 Secondo episodio di Fibrillazione atriale regredito con flebo di Flecaidide al Pronto soccorso. No Terapia domiciliare Anno 2018 Terzo episodio di Fibrillazione atriale regredito con flebo di Flecaidide al Pronto soccorso. Cuore sano. Esami ematochimicl nella norma. Leggera ipertensione. 130/90. Ora Terapia con Flecainide 100 x 2 al dì e Olmesartan /idroclorotiazide 40/12.5 x 1 al dì
Ora con questa terapia la pressione massima oscilla tra 130 - 120 e la minima tra gli 85 - 80 . Cuore a ritmo.

Il problema è questo > Da quando ho iniziato ad assumere questi farmaci ,quando passo dalla posizione stesa a quella eretta a volte sento delle palpitazioni ritmiche che poi regrediscono. Quando inizio a salire le scale come ero solito fare sento alcune palpitazioni ritmiche che poi regrediscono . Così mi capita con altri esercizi fisici. Se invece l' esercizio fisico aumenta in maniera graduale ( es bicicletta lenta e poi veloce) non succede nulla.
Cosa potrebbe essere ? Cosa fare ? Potrebbe essere un sovradosaggio di Flecainide ?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Potrebbe essere l effetto da ipotensione ortostati a legata alla idroclorotiazide.
Detto questo dovrebbe anche prendere in considerazione una terapia anticoagulante orale dato che ha un discreto rischio ttromboembolico

Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Grazie per la risposta
Saluti