Il mio medico di famiglia mi ha prescritto per un mese lexotan 2 mattina 2 pomeriggio 2 sera

Salve, circa due anni fa ho avuto degli episodi di extrasistole più tachicardia che mi hanno portato in pronto soccorso, ecg regolare, esami del sangue anche(eccetto valori microcitemia), controllo tiroide ok, potassio sodio e magnesio nella norma. eco color dopler negativo. Mi hanno dimesso con un cardiopalmo di origine sconosciuta.
Ho preso lexotan per qualche giorno, sono sportivo , giocavo amatorialmente a calcio a 5, da quando ho avuto questi episodi ho smesso, ho fatto ulteriori controlli perchè il cardiologo credeva potessi avere una miocardite, risonanza magnetica con contrasyo negativa, risulta solo un trascurabile insufficenza valvola tricuspidale, 3 holter 24/h con sporadiche extrasistoli ventricolari e sopraventricolari a volte coppie circa 5-10 nell'arco di 24h. L'extrasistole appunto ancora oggi e sporadica, ma quando è piu forte l'avverto come vibrazione all'interno del petto o un senso di vuoto alla gola come colpetto, o battito d'ali di farfalla. Ho ricominciato a correre (corsa leggerissima mista camminata ma al terzo giorno mi sono fermato per un attacco di tachicardia preceduto da un colpo al petto. L'ultima visita che ho fatto è stata dall'aritmologo e, dopo avergli spiegato il mio problema mi ha prescritto visita psicologica/ holter per quantificare e vedere le caratteristiche delle extrasistoli e visita gastroenterologica per scongiurare ernia iatale. Ha escluso la TPSV perchè la tachicardia non dura molto e non si ferma di colpo, in più le extrassitoli le ha definite pochissime, e lo studio elettrofisiologico si effettua quando vi sono centinaia di extrassitoli ogni giorno e ha escluso quindi anche cardiopatie. La visita psicologica non l'ho ancora fatta, gastroscopia neanche perchè non ho sintomi di reflusso, l'ennesimo holter ha rilevato 4 extrasistoli sopraventricolari. l'aritmologo mi ha spiegato come l'episodio iniziale di attacco di panico ha suscitato uno stato d'ansia che ancora persiste appunto quando ho episodi del genere, e mi ha detto che è un ansia da stress post traumatico proprio appunto perchè questo battito prematuro il mio corpo quando lo avverte si mette in allarme mentre prima magari anche avendo qualche extrasistole non si avvertiva. Il mio medico di famiglia mi ha prescritto per un mese lexotan 2 mattina 2 pomeriggio 2 sera. Ho finito la cura, prendo la bici quasi ogni giorno per fare 1-2 km, cammino molto ho una media di 30 settimanali, ma la mia domanda è per tornare a correre e giocare a calcio a 5 sempre amatorialmente sarebbe opportuno effettuare questa visita psicologica? Esiste un farmaco che riesca a eliminare queste fastidiose extrasistoli? Sarebbe opportuno chiedere al cardiologo se posso assumere una minima dose di beta bloccante quando inizio a correre per evitare battiti ectopici? P.S non bevo caffè, non fumo, assunzione di alcool sporadico, idem bevande gassate. come posso risolvere questo piccolo problema che mi blocca nel fare attività fisica? Potrebbero tornare utili i betabloccanti?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,8k 2
Dai dati che lei riferisce concordo con il Collega aritmologo .
Le non ha problemi cardiaci ma ne cessata di uno psicoterapeuta.
La dose di lexotan gocce 2 per tre volte al giorno non influenzerebbero neppure un criceto.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Scusi, inizialmente infatti era 4 3 3, poi scesa 2 2 2 gli ultimi giorni prima di smettere il trattamento, lei pensa che nel mio caso per riprendere l’attività fisica intesa come corsa, e poi calcio oltre che della psicoterapia potrei avere bisogno nel mio caso di piccole dosi di Betabloccante per diminuire l’intensità di una possibile extrasistole e quindi non avere problemi di tachicardia durante l’attività ?
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,8k 2
Guardi i beta bloccanti sono farmaci non provi di effetti collaterali.
Faccia attivita sportiva senza probolemi

Arrivederci

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test