Utente 546XXX
salve dottori, ringrazio anticipatamente chiunque dovesse rispondere, sono una ragazza di 18 anni e da un anno credo di soffrire di ansia. dico "credo" perché non sono sicura sia così, dati i miei sintomi piuttosto strani. ammetto di essere ossessionata dall'idea di poter aver un infarto perché spesso sento dolore al braccio six, spalla, collo e schiena. la notte non dormo, o per meglio dire provo a dormire ma nella fase del dormiveglia mi sveglio come se non riuscissi a respirare, a volte anche con tachicardia e tutto ciò ovviamente mi spaventa, e mi porta a non dormire. ho fatto analisi al sangue ed è tutto normale, esame tiroide negativo, nel dicembre 2018 ho effettuato un ECG perché cominciavo a sentire dei dolori al petto, in cui risultava tutto nella norma e pressione 120/70 . avendo riscontrato problemi nella respirazione (mi sento come se non entrasse abbastanza aria) vado dal mio medico di base per farmi prescrivere una visita da uno pneumologo ma si rifiuta, dato che secondo lei era tutto nella norma avendomi sentito i respiri sia sul petto che dietro. secondo voi devo fare altri esami? non sono sicura di star bene, e ho la costante paura che possa succedermi qualcosa.. spero rispondiate presto, grazie anticipatamente
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei ha due opzioni:
o riesce a convivere con la sua ansia oppure o corea che lei si affidi ad uno specialista del settore

che ovviamente non è un cardiologo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 546XXX

la ringrazio dottore, secondo lei quindi non ci sarebbe bisogno di fare un ecocardiogramma? visti i miei dolori al petto e al braccio?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei ha due opzioni:
o riesce a convivere con la sua ansia oppure si affidi ad uno specialista del settore

che ovviamente non è un cardiologo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza