Utente
Gent.
mo Dott.
re,
Ho 79 anni, alto m1, 80, con 84 kg di peso, senza problemi di diabete, renali e/o cadiologici di rilievo.

Quando le condizioni atmosferiche me lo consentono faccio, a passo svelto, circa 8 km al giorno.

Alimentazione senza grassi e senza sale e senza prodotti salati.

Solo la pressione Systolica, sicuramente ereditata da mia madre, è da circa una ventina di anni che devo tenerla sotto controllo.

Con la diferenza, che mentre da giovane (Intorno a 50 anni), mi bastava una pillola di mattina di quark da 5mg e, poi, una di mttina ed una di sera.

Questa estate, di notte, con il misuratore di pressione, ho verificato valori intorno ai 170/180 mmHg.

Sono andato da un Cardiologo che mi ha ordinato quark da 5 e 25 mg di diuretico (Idroquark), la mattina e cardura da 2 mg la sera.

Da due mesi seguo questa posologia, ma, ritornando a casa, sono andato dal mio vecchio cardiologo che mi ha tolto cardura per Aldactone 25 da prendere verso le 16 ed a giorni alterni.
Aggiungendo: IL cardura non è adatto alla sua età.

Vicevera il primo cardilogo mi aveva detto che cardura rilassa i muscoli della prostata e del collo vescicale migliorando la minzione in pazienti con IPB, migliora il colesterolo.
Non crea problemi di D.
E. Potrei sapere con chiarezza se e come fare per risolvere il mio problema?

Nello scusarmi per il disturbo provocato, non posso che ringraziare e porgere Distinti saluti raf

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ad 80 anni è normale avere valori pressori sistolici elevati perché i vasi sono rigidi e quindi lo stesso volume di sangue eiettato in un contenente che nin si adatta al volume ovviamte aumenta la pressione di picco.
Il cardura non solo può dare deficit elettivo,: ma ancor più facilità la ipotensione ortoststica favorendo cadute specie neimrisvegli notturni per la minzione
Per questo non lo,prescrivo mai .
l aldactone è un farmaco eccellente anche a piccole dosi ma va assunto quotidianamente perché inizia a funzionare circa 72 ore dopo la,prima assunzione.
Per ultimo somministrare un diuretico come la,idroclorotiazide in una persona anziana come lei è discutibile...per vari motivi
Puo essere accettabile qualora lei non riuscisse a seguire una dieta senza sale ed a patto di bere 1,5 - 2 litri di acqua al di

cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Cecchini,
I cardiologi consultati hanno operato ed operano ambedue negli ospedali pubblici del nostro bel "Meridione".

Ma come si fa a gestire problemi di salute con questi "Dottori" che , da quando ho capito, mi hanno dato:
Il primo diuretico e cardura ed il secondo , mi ha confermato il diuretico e con quark (25+5) e mi ha prescritto aldactone alle ore 16 , a giorni "Alterni".

Da solo , la sera ho cercato di provare con solo quark da 5, niente da fare.
Ho dovuto dimezzare il cardura da 4 , come ordinato , a 2 mg perchè non mi reggevo in piedi il giorno dopo.

Avevo chiesto aiuto al mio medico di famiglia per non prendere il diuretico, per problemi vari menzionali e relativi fastidi.
Niente da fare, come vede, sono in piena confusione, sapendo che se la pressione, di notte arriva a180/190 mi può creare problemi seri.
Cosa mi consiglia di fare?
Mi dispiace darLe ancora fastidio, ma non so cosa fare.

Si immagina la reazione dei due "Professori" se andassi da loro a discutere civilmente delle cose che mi ha detto?.
In genere l'ignoranza si coniuga sempre con atteggiamenti di superiorità professionale.

Comunque la ringrazio per quanto mi ha comunicato e La saluto con cordialità e tanta stima.
raf

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ma si figuri, la comprendo benissimo.
In un paziente anziano l'associazione ACE inibitore e calcio antagonista e' la piu' efficace e generalmente ben tollerata

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. CEcchini,
Lei oltre ad essere un bravo professionista posssiede una componente UMANITARIA che non può essere insegnata o appresa:
Sa capire l'angoscia del paziente, facendosi carico di quel vissuto soggettivo del paziente.
Come ci ricorda Kafka:
"Scrivere una ricetta è facile, parlare con un paziente è molto, molto più difficile"
Le auguro un futro luminoso pieno di soddisfazioni professionali ed umane.

Con stima e cordialità.
raf

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Grazie delle sue parole.
Kafka forse ha copiato il senso del detto cinese:

"E' facile curare le malattie, molto piu' difficile curare i malati"

Grazie davvero della sua simpatia

cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso