Utente
Buongiorno gent.
mi Dottori,

Ho 25 anni e periodicamente soffro di extrasistole ventricolari,
Ho fatto una marea di esami tra cui eco prove da sforzo e diversi holter dove venivano evidenziate delle extrasistole ventricolari monomorfe,
solo in un holter fatto a settembre 2019 ne avevo parecchie, circa 500, tutte ventricolari monomorfe negli altri poche, 70, oppure 100.

Ho notato che c'è una stretta correlazione con lo stomaco, infatti quando ho le extrasistole mi sento sempre parecchio gonfio, ho reflusso e a volte bruciore.

Il problema è che sempre a settembre 2019 feci una prova da sforzo alla cyclette in cui si presentevano sempre queste extrasistole ventricolari isolate, monomorfe per quasi tutta la prova da sforzo.

Non mi era mai successa prima una cosa del genere nelle altre prove da sforzo fatte, premetto che in quel periodo avevo notevoli problemi di stomaco e parecchio meteorismo visto dall'eco addome.

Il cardiologo mi disse che dipendeva dallo stomaco, sono stato in seguito anche dall'aritmologo che vide la prova da sforzo e mi disse di stare tranquillo che erano semplici extrasistole ma io sinceramente sono molto confuso...
Non sono pericolose queste extrasistole sottosforzo?

Non sto facendo più attività fisica solo camminate...alcune volte mi capita qualche extrasistole che mi provoca tachicardia e di conseguenza devo fermarmi.

Dopo una cura con chetogerd quest'anno sono stato praticamente da maggio fino agli inizi di Ottobre senza extrasistole ne tachicardie, però non vi nego che sono molto preoccupato da quella prova da sforzo e volevo chiederVi se era il caso di fare ulteriori esami, stavo leggendo anche dei test genetici che si fanno negli atleti anche non agonisti chiedo un Vostro aiuto per capire cosa devo fare.


Queste aritmie, seppur dovute dallo stomaco, non possono diventare pericolose?

Per caso è possibile farVi vedere il tracciato della prova da sforzo?


Vi ringrazio molto per la Vostra disponibilità

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi mi puo' inviare l'esito della sua ultima prova da sforzo?

perche' l'ultimo holetr del quale lei ci ha inviato la risposta in un suo post era il seguente:

"RITMO SINUSALE DURANTE IL MONITORAGGIO.
ISOLATI BEV SEMPLICI (CIRCA 100), TALORA A CADENZA BI E TRIGEMINA SINTOMATICI NOTTURNI.
SPORADICI BESV.
NON BRADIARITMIE DI RILIEVO.
RV NELLA NORMA."

me lo può inviare via mail a condizione che sia completo di dati anagrafici del paziente data e luogo della,struttura ,altrimenti per ovvi motivi medico legali non lo potro' prendere neppure in considerazione .

Mail cecchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, Le ho inviato la mia prova da sforzo sull'email completa del foglio con i dati anagrafici con la firma del medico.

Grazie per la disponibilità,

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non sono extra ventricolari quelle nel tracciato dello sforzo, ma banali sopraventricolari condotte con aberranza

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso