Extrasistole e fisiologica isufficienza tricuspidale. pericoloso?

Buongiorno.
Ho fatto una visita cardiologica perché da circa 2 mesi percepisco il battito cardiaco e perché mi sono accorta di raggiungere a riposo anche 40 battiti al minuto.
L'elettrocardiogramma è buono, nell'ecocardiogramma, leggo tutto normale nelle dimensioni ma si parla di fisiologica insufficienza tricuspidale (segnale difficilmente campionabile) da cui si stima indirettamente pressione sistolica polmonare nei limiti.
Adesso attendo la visita per capire come sia andato l'holter.
Riporto qui i risultati se potete aiutarmi a capire la situazione:

Ritmo fondamentale sinusale
Pr nei limiti
N.
56 battiti ectopici sopraventricolari isolati
N.
62 battiti ectopici ventricolari isolati, polimorfi
Non pause patologiche
Non slivellamenti significativi del tratto St.

Battiti max 116
Battiti Min 41
Eventi dipendenti dalla frequenza:
Bradicardia 473 più severo 36 (ore 22) più lungo 44 battiti (ore 4.53)
Tachicardia 77 più severo (130), più lungo (ore 12.20) 214 battiti (ore 12.39)
Non so quali altri dati dell'holter possano essere utili.

È una situazione preoccupante?

Premetto che l'holter 24 ore l'ho fatto in una giornata particolarmente stressante e che assumo 5 gocce di rivotril per dormire e una compressa da 20 mg di fluoxetina
Grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 73,8k 2,7k 2
entrambi gli esami sono normali

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio