Quali sono veramente i danni del fumo di sigaretta?

Gent.
mi medici,
sono un ragazzo di 30 anni con molti dubbi in merito ai danni reali provocati dal fumo di sigaretta.

Innanzitutto tengo a precisare che non sono fumatore, e, ahimè, odio chi fuma.

Volevo, però, chiarimenti a proposito.

Si dice sempre che il fumo di sigaretta (qui si parla di fumo di sigaretta e non di altro) fa male.
Convegni, campagne anti-fumo, pubblicità, e tutto il resto ci rivelano che è dannosissimo, fa tantissime vittime, provoca ictus, infarti, tumori, fa quello, fa quell'altro...
La realtà è ben diversa! La realtà, almeno quella che circonda me, mi propone fumatori ultrasessantenni che godono di ottima salute, una marea di persone che si fumano 20 sigarette al giorno da una vita e sono tranquilli, non hanno le cosiddette malattie derivanti dal fumo, cinquantenni che vedi sempre con la sigaretta in bocca che ti dicono che proprio l'altro giorno hanno fatto una visita ai polmoni ed erano sanissimi.
Donne fumatrici incallite di ottima salute.

La verità qual è allora?

Insomma, sì... Conosco tantissimi, tantissimi credetemi, fumatori che non hanno mai avuto un disturbo, una malattia legata all'uso di sigarette.
Tutti sani come pesci.

Poi senti parlare di asma, bronchite, tumori, e chi si nascondono dietro... I NON FUMATORI!!
Insomma, chiaritemi una volta pertutte, se il fumo fa male come si dice, perchè non conosco nemmeno un fumatore che è stato danneggiato dal fumo?

Non toglietemi la scusa che ci sono fisici o organismi che rimuovono subito le sostanze tossiche, perchè quando una cosa è tossica, molto, molto dannosa, hai voglia di fisici e fisici.
Ti fa male e basta
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 73,6k 2,7k 2
Gia' nel 2013 aveva postato un quesito identico:

https://www.medicitalia.it/consulti/pneumologia/334042-una-volta-per-tutte-quali-sono-i-veri-danni-del-fumo-di-sigaretta.html

Guardi le faccio un esempio pratico.
Se lei fa un'assicurazione su una vita ed e' fumatore paga il doppio di premio assicurativo.
Il 90 per cento dei pazienti con cancro polmonare erano fumatori

Il rischio cardiovascolare (nfarto ed ictus) torna alla normalita dopo circa un anno dall'ultima sigaretta fumata, mentre per il rischio di cancro occorrono 10 anni.
.

La saluto

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio