Se il dottor Cecchini avesse voglia di rispondermi per l'ultima volta

Buongiorno
mi scuso molto, vorrei sprofondare piuttosto che essere nuovamente qui a scrivere su questo sito, temo mi prendiate per matta ma sono in preda all'ansia.
Il dottor Cecchini mi è stato di grande aiuto, ed è sempre stato molto gentile, sono mesi che mi rassicura e ora giustamente ieri dopo mesi si è stufato e mi ha scritto che non mi avrebbe più risposto e ni ha detto che se avessi scritto ancora per lo stesso argomento avrei dovuto scrivere nel titolo "non per il dottor Cecchini", quindi sono qui a chiedere un consulto a qualunque cardiologo che abbia la voglia di ascoltarmi.
Come ho già scritto nei precedenti consulti ho familiarita per arteriosclerosi, nonna morta a 60 anni e mio papà a 46 di infarto miocardico acuto. Ho fatto diversi esami, ho riportato tutto nei precedenti messaggi che non so se avete voglia di guardare, comunque dell'Ecg sotto sforzo mi hanno trovato una coppia di bev, dopodiché la dottoressa mi ha detto di fermarmi, quindi non so se ce ne sarebbero state altre.
Ho fatto in seguito altri esami, ecocardiogramma, holter, ecostress (non massimale), risonanza, ecocolordoppler dei tronchi sovraortici.
Il dottor Cecchinj così come la mia cardiologa di fiducia mi hanno sempre tranquillizzata dicendomi di stare tranquilla e che la familiarità per arteriosclerosi non incide così tanto.
Pero' non ero tranquilla perché facendo sport avvertivo sempre qualche extrasistole... Stasera non potendo più disturbare il dott Cecchini ho contattato una cardiologa sul sito di Doctorium e non lo avessi mai fatto, ha visto tutti i miei esami e mi ha messo paura, mi ha detto che ho extrasistoli a piu morfologie e che avere una coppia di bev sotto sforzo può essere indice di arterie con placche e che la familiarita conta più di qualsiasi altro fattore di rischio.
A suo avviso dovrei fare al più presto una tac o coronarografia.
A suo dire poi l'ecostress sub massimale (con battiti portati solo a 150) non è valido e che portandolo a battiti più alti (ad esempio come dell'Ecg sotto sforzo a 162 quando ho avuto la coppia di bev) avrei sicuramente avuto extrasistoli.
Inoltre ha visto che sull'Holter dove a me era stato detto dalla mia cardiologa che non avevo avuto alcuna coppia e tripletta è riportato quanto segue nel.
referto:
Aritmie ventricolari:
VT 0 0, 0% DI BATTITI TOTALI (0 PER 1000)
SALVE 0, 0, 0% DI BATTITI TOTALI (0 PER 1000) COPPIA 1 0, 0% DI BATTITI TOTALI (0 PER 1000)
TRIPLETTA 3 0, 0% DI BATTITI TOTALI (0. PER 1000)
EVENTI VE SINGOLI 106 0, 1% DI BATTITI TOTALI (1 PER 1000)
SVE 19 0, 0% DI BATTITI TOTALI (0 PER 1000)
RISUOTATI:
RITMO SINUSALE PER TUTTA LA DURATA DELLA REGISTRAZIONE CON CONSERVATA ESCURSIONE DELLA FREQUENZA CARDIACA
SPORADICHE EXTRASISTOLI VENTRICOLARI DI QUATTRO MORFOLOGIE, TARDIVE O NON PRECOCI, PRESENTI ANCHE DURANTE TACHICARDIA SINUSALE AD UNA FREQUENZA DI 130 BPM (HO FATTO MEZZ'ORA DI BICI)
RARISSIME EXTRASISTOLI SOPRAVENTRICOLARI SINGOLE.
ASSENTI PAUSE PATOLOGICHE.
I SINTOMI RIFERITI IN DIARIO (AFFATICAMENTO, ASMA DOPO SFORZO) SI CORRELANO DAL PUNTO DI VISTA ECGGRAFICO A TACHICARDIA SINUSALE.
Questo esito
l'aveva visto anche il dott Cecchini e mi aveva risposto che avevo un numero bassissimo di extrasistoli e di non preoccuparmi, ma queste tre triplette?
È vero che se sono riportate nel conteggio ma la cardiologa non le ha riportate nel referto, probabilmente le ha giudicate non attendibili?
Spero che qualcuno di voi possa gentilmente aiutarmi
Grazie
Saluti
D.
[#1]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
Gentile signora, come già le avrà spiegato il collega Cecchini l'indicazione delle triplette sul referto del suo holter è frutto del software di interpretazione automatica, tanto che il collega in sede di refertazione non le ha evidenziate nelle sue conclusioni. Niente di preoccupante, quindi, almeno per quanto riguarda la salute del suo cuore.
Appare invece più importante la sua costante necessità di rassicurazione che, unita alla continua ricerca di motivi di preoccupazione, rischia di farla vivere in un loop senza fine. Questa sì che è una situazione meritevole di approfondimento psicologico, senza il quale la sua qualità di vita rischia di deteriorarsi progressivamente.
La smetta quindi di ossessionarsi con quesiti sulla eventuale presenza di rischio cardiologico ed esponga a specialisti di altre branche la sua situazione, magari cominciando proprio degli ottimi psicologi di questo sito.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto dottor Fedi,
non avevo ancora posto questa domanda al dottor Cecchini,perché è stata una cardiologa contattata ieri online ad allarmarsi per questo risultato,dicendomi appunto tutto ciò che ho riportato nel messaggio sopra,cioè che sono a forte rischio data la familiarità e che mi consigliava appunto tac o coronarografia.
Io sono affetta da disturbo ossessivo compulsivo,sono seguita da anni ma non con regolarità,a volte è difficile capire per me quando oltre alla normale preoccupazione subentrano anche i dubbi e rimuginii mentali del doc.
La.ringrazio molto e spero che la questione della familiarità non sia davvero così grave perche altrimenti mi preoccupo anche per il mio bimbo di quasi 16 mesi.
Maledetta me che ho chiesto un consulto su quel sito... :-(

La ringrazio molto,di nuovo...
[#3]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
Le consiglio allora di consultare nuovamente il suo psichiatra di fiducia per un NA rivalutazione terapeutica.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
riporto i valori del colesterolo degli esami fatti lo scorso anno a settembre a 3 mesi dal parto.
Colesterolo totale 196
Colesterolo hdl 73
Colesterolo ldl 113

Vista la mia familiarita per arteriosclerosi,dovrei prendere qualcosa per abbassare L'LDL?
Premetto che sono in allattamento,cosa potrei prendere?

La ringrazio molto
Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Aggiungo i valori dei trigliceridi a 51 (50-170)
[#6]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
In corso di gravidanza e di allattamento l'assetto lipidico subisce variazioni anche importanti. In ogni caso, gli esami che riporta sono di un anno fa e anche se non potrebbero comunque essere presi in considerazione, non mi paiono patologici. Detto questo, ripeta gli accertamenti 3 mesi dopo aver cessato di allattare.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#7]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto,
il fatto è che non so quando smetterò di allattare.Il bimbo ha quasi 16 mesi...
È stato molto gentile
Buona giornata
[#8]
dopo
Utente
Utente
Dottore,
mi consiglia di smettere l'allattamento,rifare gli esami e nel caso prendere farmaci?
Il mio colesterolo è stato sempre più o meno con questi valori,anzi il colesterolo totale di solito è più alto.

Ad esempio nel 2019 il colesterolo totale era a 216
HDL 80
LDL 125
TRIGLICERIDI 55

Una seconda gravidanza per il mio colesterolo e di conseguenza le mie arterie sarebbe un rischio?
Scusi le tante domande ma sono tanto impaurita.
Saluti
[#9]
Dr. Fabio Fedi Cardiologo 3k 109
1. Non ci sono motivi per smettere di allattare, tranne forse l'età di suo figlio...
2. Non ci sono motivi per evitare una seconda gravidanza, tanto meno i suoi valori di colesterolemia
Smetta di inventarsi motivi di preoccupazione, e si goda la maternità.
Cordiali saluti

Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#10]
dopo
Utente
Utente
Avevo letto che chi ha familiarità per problemi cardiovascolari dovesse tenere il colesterolo totale sotto i 200 e l'LDL sotto i 100.
Per questo motivo le ho posto queste domande.

La ringrazio
Buon pomeriggio

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test