Utente
buongiorno, ho 41 anni e una storia di intestino infiammato (colite) e prostatite abatterica alle spalle.

Ogni tanto soffro di emorroidi e ieri dopo mal di stomaco e diarrea 2 scariche ho una emorroide esterna di notevoli dimensioni.

Hi iniziato la solita cura Preparazione H crema , recto reparil supposte e Venoruton bustine, daflon compresse.
Ma li assumo spesso e penso che forse hanno in me un 'efficacia relativa.
Devo cambiare terapia?

Per quanto riguarda il bidet ho sentito valutazioni diverse, chi dice di farlo con acqua ghiacciata, chi con acqua calda.Cosa e' piu' consigliabile?

Prostatite e colite sono sintomatologie sovrapponibili o comunque collegate tra loro?

Grazie anticipate

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Sui consigli terapeutici, come ben sa, non possiamo esserle di aiuto. Credo sia giunto il momento pero' di sentire cosa ne pensa un Proctologo che possa visitarla, perche' il rischio e' che lei stia facendo una terapia, magari prescritta molto tempo fa, che pero' adesso mal si adatta alle mutate (e forse peggiorate!) condizioni locali.
L'acqua calda a contatto con le emorroidi aumenta la vasodilatazione e puo' favorire il sanguinamento; al contrario l'acqua fredda tende a ridurlo. A parte questo l'importante e' utilizzare un disinfettante specifico per tenere pulita la regione.
Prostatite e colite (ma cosa intende per colite? Sindrome del Colon Irritabile?) non sono direttamente collegate tra di loro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
cosa pensate dell'intervento thd, le mie emorroidi sono esterne, dolorose ma non sanguinanti

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non ho esperienza diretta, ma e' un intervento che in certi casi puo' essere valido. Ovvio che non so dirle se andrebbe bene anche per lei...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
solo per ggiornare che dopo la cura per 5 gg. dopo due defecazioni difficili ho visto sangue rosso vivo nella carta igienica e nel water.
Mi devo preoccupare???

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ma scusi, si e' fatto visitare o no? Che le hanno detto?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Spina sono reduce dal consulto con il medico di famiglia al quale mi sono rivolto in quanto le mie emorroidi stanno regredendo ma sanguinano copiosamente (Sangie nel water e nella carta igienica rosso vivo)
Senza alzarsi dalla sedia dice "Stia tranquillo sono emorroidi che si stanno aprendo e quindi sotto sforzo defecativo sanguinano" Mi aspettavo una visita che pero' non e' avvenuta. A mia richiesta sostiene non c'e' ne motivo
Questo anziche' tranquillizzarmi mi ha ancora di piu' agitato.
Credo che prendero' contatto con un proctlologo per meglio valutare.

Ma sono io che mi creo falsi films oppure mi dovrei fidare del parere del mio medico che comunque e' una persona molto esperta??

Lui sostiene che il sanguinamento puo' avere varie origini alcune terribili, e sono quelle che immagino io, ma tra queste cause ci sono le emorroidi e quindi la risposta e' evidente.

Mi ha detto di continuare la cura con Triade th, assumere il Benefibra perche' soffro di sindrome di colon irritabile, flatulenza e addome gonfio, evitare la pomata al cortisone sulle emorroidi se stanno sanguinando e continuare con sedute sul bidet con acqua calda ma non bollente che facilita l'ammorbimento ed anche pero' il sanguinamento.
Grazie anticipate per ogni conforto.
Purtroppo mi rendo conto che da dietro un pc non possiate fare diagnosi, ma confortare delle anime in perenne pena.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Nessuno, per quanto esperto, puo' visitare un paziente senza... visitarlo; e su questo non ho paura di essere smentito. Consulti un Medico che possa "guardare" sul serio.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
ho seguito il suo consiglio e mi sono fatto visitare. Ovviamente con molto dolore.
Alla esplorazione rettale sono state riscontrate emorroidi esterne ed interne di 4 grado. Operarsi subito perche' il sanguinamento continuato puo 'portare ad anemia oltre ad infiammare la prostata
Continuare ma solo come palliativo la cura di Psyllogel per ammorbidire le feci, proctosoll pomata per alleviare, e triade.
Lunedi' prenoto visita chirurgica per stabilire dettagli operazione.

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Oooh, meno male... Vede che era necessaria una visita? Adesso finalmente ha una diagnosi chiara e sara' di certo possibile trovare la soluzione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente
solo per aggiornare, stamattina ho eseguito visita specialistica presso la struttura Ospedaliera Policlinico di Palermo da un colon proctologo.
Dalla visita emergono le emorroidi ed una piccola ulcera.
Il Medico mi ha sconsigliato l'operazione dicendo testualmente: Lei e' ancora giovane, con la cura che le prescrivo secondo me guarisce. Certo il problema non lo risolve lo allontana, ma se supera questa fase possiamo valutare in futuro l'ipotesi di un intervento chirurgico.
Assuma il Prisma compresse 2 volte al gg. se entro un mese non le passa ci rivediamo." Al momento la sua situazione e' trattabile solo con il vecchio modo (Bisturi), io aspetterei, a breve sara' utilizzabile il metodo thd anche da noi e questa metodologia e' meno invasiva.
Io pero' ad ogni defecazione mi esce un po' di sangue rosso vivo.
Cosa ne pensate??

Grazie sempre

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Dia fiducia al Collega, faccia la terapia come prescritto e vediamo che risultati porta. Sulla base di questi ultimi si decidera' il da farsi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente
Mi permetto di aggiornare.
Sto effettuando la cura.
A distanza di 10 gg il sanguinamento per la verita dopo solo 3/4 gg e' scomparso.
Le emorroidi pero' non rientrano.
E ad ogni defecazione il dolore ed il bruciore sono opprimenti.

Lunedi' mi reco presso una struttura privata convenzionata La Clinica Torina dove ho gia prenotato nuova visita ed eventualmente operazione.In questo complesso utilizzano sia il metodo Longo che il metodo TDH.

Un cordiale saluto.

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Bene! Vedo che, piano piano, stiamo arrivando alla fine dei suoi problemi...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente
Mi permetto di "romperle le scatole".
Ho effettuato la visita con un altro chirurgo il quale sostiene e mi ha convinto che e' meglio operare e togliere il problema alla radice, anche perche' oltre alle emoroidi e' presente una ragade anale riscontratami un paio d'anni fa e curata con pentacol compresse e gel rettale. Secondo il chirurgo il dolore alla defecazione e' dovuto proprio a questa ragade.
Mi ha illustrato come avverra' l'intervento metodo thd assolutamente indolore, dice lui tanto lo fanno a me, mentre la ragade sara' gestita se possibile bruciandola altrimenti mi ha parlato di ipertono dello sfintere che non ho ben compreso, perche' mi ha prescritto prima dell'operazione, per giorno 31 una bella colonscopia.
E' cio mi preoccupa (probabilmente inutilmente) Il chirurgo sostiene che e' prassi prima di questi interventi avere un quadro completo. Mi Auguro sia cosi'.
Volevo qualche consiglio su come prepararmi a tale "evento", su un foglio mi ha indicato un medicinale da assumere la sera prima e la mattina prima, oltre ad evitare nei 6 gg precedenti verdure, legumi e pane e pasta integrali. Io per0 a parte il foglio che mi ha dato non ero molto concentrato in quanto gia' molto preoccupato, volevo chiederle maggiori ragguagli su cosa mangiare nei 6 gg precedenti e quali accortezze seguire.

Grazie anticipate ancora una volta.

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Durante i giorni che precedono l'esame non si dovrebbero assumere fibre (frutta, verdura, insalata, cibi integrali). Molti Colleghi consigliano invece di assumere liberamente pasta e riso (non integrali), carni bianche (pollo, tacchino, coniglio), pesce, formaggi, ricotta, uova, patate. E’ consigliabile bere comunque molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno. Ovvio che pero' poi ogni Endoscopista ha un proprio metodo, quindi conviene rifarsi soprattutto a cio' che le e' stato consigliato da chi poi l'esame dovra' farlo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente
in presenza di sindrome del colon irritabile e di aria nello stomaco, la colonscopia e' eseguibile??

[#17]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Certamente, perche' no?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#18] dopo  
Utente
Solo per capire, l'operazione di emorroidi viene fata in presenza di un prolasso consistente? Cioe' a dire dopo 40 gg le emorroidi stanno rientrando, non e' che giorno 5 aprile data dell'operazione e' gia tardi??

Grazie sempre

[#19]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ma no, questo non vuol dire niente. Se la patologia e' da operare non dipende dalla lunghezza della fase acuta: sono altre le considerazioni che orientano verso la soluzione chirurgica.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#20] dopo  
Utente
Sera, allego copia referto di pancolonscopia

Esplorazione condotta fino all'ultima ansa ileale (10 cm), dove si repertano alcune lesioni ulcerose di tipo aftoide nel contesto della mucosa per il resto normale. Normale la valvola ileo-cecale. Normale la mucosa del colon destro e sinistro. Normale la mucosa del retto superiore. Varici del retto medio e distale. Emorroidi di II e III grado congeste. Campionamento bioptico multiplo della mucosa ilelae, del colon destro e sinistro e del retto.

Conclusioni: Sospetta MICI in corso di definizione istologica, il quadro endoscopico depone per M. di Chron Ileale. Emorroidi di II e III grado. Varici del retto.


Me lo spiega??
Il morbo di Chron e' grave? (Mortale, invalidante o puo' preludere a tumori?

Per intanto il medico ha deciso di posporre l'intervento di emorroidi e ragade al conoscimento del referto istologico.

Grazie sempre.

[#21]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il Morbo di Crohn e' una malattia che puo' determinare conseguenze a volte persino molto gravi, ma che qualora trattata in maniera corretta consente di condurre una vita quasi normale. Notizie piu' dettagliate sulle malattie infiammatorie croniche dell'intestino puo' trovarle leggendo i seguenti articoli
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/591-malattia-di-crohn.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/592-rettocolite-ulcerosa.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#22] dopo  
Utente
salve, solo per aggiornare, ieri ho avuto un colloquio con il chirurgo che dovra' operarmi. L'esito dell'esame istologico dovrei averli venerdi prossimo, dopo decidera' il da farsi. Probabile, cosi' mi ha detto, che dopo l'esito dell'esame mi faccia parlare e/o visitare da un gastroenterologo. Secondo lui la ragade e' direttamente collegata all'infiammazione e quindi mi rassicura dicendo "Lei non ha un tumore ma senza esame istologico e parere di specialista io non la tocco, non vorrei svegliare un eventuale cane che dorme"

Onestamente non sapevo di avere un cane nel mio intestino.
Mi sia consentita una battuta.

Il mio medico di famiglia a cui ho fatto vedere gli esami sostiene che secondo lui se dovessi avere il morbo di Chron visto l'esame e le foto sarebbe facilmente controllabile da terapia medica in quanto allo stato embrionale.

L'eventuale morbo di chron puo' evolversi in un tumore o se ho ben capito nelle forme piu' gravi costringe all'esportazione della parte infiammata?
Se colto in tempo e' curabile o controllabile??

Grazie sempre

[#23]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le complicanze del Morbo di Crohn, come avra' certamente gia' letto nell'articolo che le ho suggerito, sono soprattutto la stenosi e le fistole, che possono effettivamente portare anche alla rimozione chirurgica del tratto intestinale di volta in volta interessato.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#24] dopo  
Utente
sera
ho avuto l'esito dell'esame istologico, ed e' confermato il morbo di chron.
E' comunque alla fase iniziale e secondo i medici risolvibile o controllabile farmacologicamente.

Terapia Entocir 3 compresse mattino + pentacol 3 compresse 1 mattino-1 pomeriggio - 1 sera.

Senza fretta fare Clisma del tenue.

Gradirei conoscere vs. pensiero sulla terapia e qualche ragguaglio su questo ulteriore esame.

Grazie

[#25]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'Rx del tenue serve appunto per lo studio di quest'ultimo, che potrebbe essere a sua volta coinvolto (speriamo di no...) dalla malattia. Per quanto riguarda la terapia sembra adeguata alla diagnosi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#26] dopo  
Utente
Puo' spiegarmi meglio cosa potrebbe significare il coinvolgimeno del tenue?

Il mio medico parlava di stenosi...


Grazie sempre

[#27]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' una delle possibilita'. La malattia di Crohn puo' colpire "a salti" lungo tutto il decorso dell'intestino crasso, ma in realta' anche nella parte finale del tenue: questo e' il motivo per cui bisogna controllare anche quest'ultimo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#28] dopo  
Utente
ho ritirato l'esito istologico e' un po lungo ma per me incomprensibile gradirei un responso piu' comprensibile. Ovviamente andro' dal mio medico di famiglia.
Esame istologico ileo: nel tessuto bioptico si rinvengono erosioni della mucosa al di sotto delle quali domina una massima infiltrazione leucocitaria prevalentemente linfocitaria con associati fatti edematoso-congestizi e soffusioni ematiche diapedetiche.
esame istologico colone destro e sinistro, trasverso e retto: i frammenti bioptcici appaiono caratterizzati dall'iperplasia del tessuto linfatico sotto forma di follicoli linfatici provvisti di centro germinativo disseminati nella sottomucosa con elementi linfoistiocitari dotati di discreto pleomorfismo nucleare si riscontrano fenomeni edematoso congestizi e numerosi eosinofili.
Referto:
Ileo: il quadro morfologico appare compatibile con la diagnodi di Morbo di Chron
Colon e retto: rettocolite cronica follicolare con associata quota significativa di granulociti eosinofili.
Cura:
Entocir 3 compresse al mattino per un mese poi per 3 mesi 2 compresse.
Pentacol compresse 1 * 3 volte al giorno per 6 mesi
Pentacol gel rettale 1 tubetto la sera per un mese.

Si consiglia eseguire clisma del tenue esami del sangue con emocromo, ves, pcp elettroforesi delle proteine

Prossimo controllo fine luglio.

Cioe??

Grazie sempre

[#29]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Lasci stare i tecnicismi: l'istologico conferma che lei ha una malattia infiammatoria cronica del colon, denominata Morbo di Crohn. In calce ci sono poi alcuni consigli riguardo il follow-up, che senza dubbio il suo Medico non manchera' di prescriverle.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#30] dopo  
Utente
Salve.
Volevo soltanto una opinione su una pulce che mi e' stata messa nell'orecchio.
Si puo' sbaglire esame istologico?

Le spiego, ho conosciuto un importante medico palermitano noto per la sua specializzazione su tale patologia, ed ovviamente riservandosi di verificare i vetrini della biopsia sostiene che non e' del tutto convinto sulla diagnosi.

Tra l'altro il clisma del tenue lo ritiene eccessivamente invasivo come radiazioni e sostiene che esiste una risonanza magnetica di cui non ricordo il nome specifico molto meno invasivo.

Grazie sempre

[#31]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Forse il Collega si riferisce alla defeco-RM. Comunque si', in linea di principio si puo' anche sbagliare il referto di un esame istologico. Non dovrebbe accadere, ovviamente, ma non possiamo escluderlo. Per esempio se mi mettessi io a leggere i vetrini di sicuro rischierei di scrivere stupidaggini, visto che non mi occupo di Anatomia Patologica...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#32] dopo  
Utente
ho effettuato gli esami del sangue.
riporto i valori che sono sottolineati e quindi non nel range previsto

ves 1 ora 28
ves 2 ora 56
indice di katz 28

wbc 3,43
neu 1,56
mono 19,7 %M
Mch 32,3
Plt 123

elettroforesi delle sieroproteine

Albumina g/dl 5,12
Alfa 1 g/dl 0.25
Alfa 2 g/dl 0,89
Beta g/dl 0,96
Gamma g/dl 1,58

proteine totali 8.8 g/dl

Non ci ho capito niente.

Grazie sempre.

[#33] dopo  
Utente
solo per aggiungere un dato che 'e tra quelli "perfetti" ma che puo' essere importante:

Proteina C reattiva 3,1 mg/l

Nuovamente

[#34]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non e' facile darle un parere leggendo solo questi valori: indubbiamente c'e' qualche cosina fuori dalla media, ma bisognerebbe confrontare tutti i valori testati con il quesito clinico e con eventuali precedenti. In sostanza deve farli visionare a chi glieli ha prescritti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#35] dopo  
Utente
salve, venerdi scorso sono stato operato con tecnica tdh di emorroidi e di ragade anale con int sls.
Dimesso sera stessa.
Terapia
Tavanic per 5 gg
Clexane x 12 gg
Fibraid gel
Fleben compresse 2 al gg x 30 gg
Immersione in acqua calda con Fisian


dopo 5 gg i dolori sono frequenti e la defecazione difficile e molto sanguinolenta
Per tali dolori al bisogno assumo bustine di Oki e gastroprotettore

A parere vostro rientra nel normale decorso o dovrei fare altro??

Grazie anticipate

[#36]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Direi di si'; soprattutto in casi come il suo, dove sono stati effettuati in realta' due interventi contemporaneamente.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#37] dopo  
Utente
Solo per aggiornare che per la defecazione difficile (non riesco ad ammorbidire le feci) il medico mi ha prescritto selg 250 bustine mattino e psyllogel la sera.

Per il sangue che e' piu' scuro del solito sostiene sia normale in quanto lo sforzo evacuatico ed il ristagno nell' alvo puo' incidere.

Solo per segnalare un certo dolore al cocige soprattutto dopo non essere riuscito ad evacuare.

[#38]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Considerato gli interventi che sono stati effettuati mi sembrano tutti disturbi accettabili.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#39] dopo  
Utente
solo per commentare
dopo due gg relativamente tranquilli oggi ho dolore all' ano defecazione difficile e nuovamente molto sangue.

E' ancora normale??

Dovrei cambiare qualcosa nella terapia??

Alla vista del sangue e' inutile nascondere una certa apprensione

Grazie anticipate

[#40]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Comprendo le sue apprensioni. Tenga presente che pero', se non sbaglio, e' stato operato solo da 12 giorni... Mi sentirei di dirle di pazientare ancora un po', e poi naturalmente di sottoporsi alla visita di controllo nei tempi che, presumo, le avranno gia' indicato. Tuttavia, se ritiene che la perdita di sangue sia cosicua, sara' bene accelerare i tempi della suddetta visita di controllo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#41] dopo  
Utente
Torno purtroppo a scrivere.

Sono stato operato da 4 mesi ma i problemi non sono risolti.

A seguito di defecazioni un po' piu' difficili si accompagna dolore, bruciore e la fuoriuscita di un po' di sangue rosso vivo di cui trovo tracce evidenti nella carta igienica.
Il medico di base mi ha prescritto Pentacol 800 3 al gg e rectoreparil pomata da mettere 2/3 volte al gg.
Sull'utilizzo della pomata posso visto che lavoro dalle 9 all 19, posso eseguire le indicazioni solo la sera.
Con l'utilizzo della stessa meno sangue ma cmq presente.
Pare che ci sia una recidiva.

Sono enormemente scoraggiato e preoccupato.
Capisco che a distanza non si possa fare di piu'
Vi chiedo un parere ed un conforto

Grazie anticipate

[#42]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Considerato che le patologie trattate sono due (ragadi ed emorroidi) la prima cosa da fare e' stabilire quale sia la presunta recidiva. Immagino, dalla sua descrizione, che le "imputate" siano le emorroidi, ma ovviamente da qui non posso saperlo. Senza nulla togliere al suo Medico di Famiglia e' consigliabile a questo punto rivolgersi ad buon centro di chirurgia proctologica della sua regione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com