Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 25 anni di corporatura magra.
Circa 3 mesi fa ho effettuato 2 visite da due diversi chirurghi specializzati in colonproctologia e mi sono state diagnosticate dal primo emorroidi di secondo grado, senza alcun tipo di trattamento, solo regolare la dieta e manetenere una buona qualità di vita, dal secondo emorroidi di scarsa rilevanza, anche quest'ultimo mi ha consigliato una dieta ricca di fibre e all'occorrenza pentacol 500 gel rettale, una applicazione al giorno per 15 giorni.
Premetto che il mio era più un fastidio, il fatto di avere queste escrescenze dopo la defecazione, ma non mi avevano mai dato fastidio nè sanguinamento.
20 giorni fa però, in seguito a una defecazione forse più voluminosa del solito, ho avvertito dei forti dolori che sono terminati con la defecazione e che però si ripresentavano ogni volta che andavo in bagno.
Ho notato una serie di taglietti su tutto lo sfintere e quando le feci non erano morbide, vedevo delle piccole tracce di sangue rosso vivo nella carta igenica, ho provato a mettere alcuni giorni preparazione H e una crema consigliatami dal medico di famiglia: Emorril. Ma la situazione non migliorava molto, avevo anche prurito durante la giornata e a tratti bruciore.
Ho prenotato quindi una visita con il primo chirurgo che, è primario in un grosso ospedale e presta servizion in 2 cliniche ed è considerato uno dei migliori in zona, mi visita e mi dice che non ho nulla, che sono troppo nervoso e digerendo e mangiando male vado ad irritare con le feci (sbagliate) la parte dell'ano. Riguardo ai taglietti dice che ormai non c'erano più, che non erano assolutamente ragadi perchè avrei avuto ben altri dolori e le avrebbe viste.
Mi dice di rilassarmi che mi vede sempre estremamente nervoso e che in realtà sono sanissimo e non c'è nulla di cui preoccuparsi. Sul fatto del nervosismo gli dò pienamente ragione, è un mio problema e ho un carattere terribile e questo indubbiamente non aiuta. Mi dice di fare dei bidet con anonet e eventualmente anonet crema, niente di più.
Per qualche giorno sembrava migliorare ma ieri a seguito di un'altra defecazione dolorosa io vedo una serie di taglietti su tutto lo sfintere, non uno, ma 4-5 che mi provocano dolore e bruciore.
Se non sono ragadi che altro possono essere?..
Io a questo punto non so cosa fare, ma non vorrei rifare la visita per sentirmi dire sempre le stesse cose..mi consigliate di tornare dal secondo chirurgo che mi ha visitato e sentire cosa mi dice lui?
Ammetto di non avere una dieta ricca di verdure e frutta, ma non penso neanche sia normale che a seguito di feci un pò più voluminose debba stare male per altri 20-30 giorni successivi.
Li vedo io questi taglietti, mi rifiuto di pensare che un medico specializzato dica che sono guariti e non ho nulla.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Io credo che sia più facile per un medico guardare l'ano del paziente e fare un valutazione, mentre ritengo un pò più difficile per un paziente riuscire a guardarsi l'ano e farsi una diagnosi.


Si fidi !
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio intanto per la risposta.
Io infatti non volevo fare alcuna diagnosi, so benissimo di non essere competente in materia.
Ma questi taglietti in corrispondenza dello sfintere e che mi provocano questo dolore durante la defecazione e prurito durante la giornata, cos'altro potrebbero essere se non ragadi?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Perchè la ragade ha un'altra sintomatologia ... ben più eclatante e non intermittente. Non saprei dire cosa sono i taglietti, ma il chirurgo non li ha visti.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Eh lo so purtroppo, al momento della visita erano ormai 4-5 giorni che stavano migliorando e probabilmente erano quasi cicatrizzati, ora però si sono riaperti e mi provocano dolore.
Proverò ad aspettare qualche settimana ed evenutalmente consulterò un altro medico proctologo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
OK. Ma la ragade (si convinca) non passa in 4-5 giorni !
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it