Utente
Buongiorno, ho 41 anni.
circa tre mesi fa ho notato delle perdite di sangue rosso vivo durante la defecazione, in precedenza mai avute.
Ho sempre sofferto di emorroidi interne ma senza sanguinamenti. Le perdite hanno incominciato ad aumentare ed assieme ad esse avevo anche fuoriuscita di muco. A seguito di un' occasione specifica in cui, sentendo un'improvvisa necessità di defecare, ho perso essenzialmente del muco misto a sangue non chiaro ma granata senza feci, il medico di base mi ha inviato ad una visita proctologica.
L'esito della visita e dell'anoscopia è stato: emorridi di terzo grado notevolmente congestionate. Nell'anoscopia si possono visualizzare delle feci striate di sangue a monte del tratto ispezionato , pertanto, unitamente al caso singolo di perdita di muco con sangue, si consiglia colonscopia.
In attesa dell'esame il medico di base mi ha fatto prendere mesalazina supposte e daflon per 10 gg. Questo ha interrotto temporaneamente le perdite che sono ricominciate però dopo 5 giorni dalla fine della cura.

Attualmente la mia situazione è la seguente:
- tenismo rettale con difficoltà di evacuare
- necessità di defecare circa 3 volte al giorno, talvolta senza produzione di feci ma con perdita di muco frammentato a sangue di colore granata. La perdita può precedere o no l'effettiva evacuazione.
Al termine dell'evacuazione il sangue ritorna ad essere di colore rosso vivo.
- lieve dolore o senso di peso al bassoventre ma non costante
- nessuna scarica diarroica ma feci mai solide
- nessuna perdita di peso
- bruciore costante e dolore all'ano.
- familiarità per emorroidi, nessuna per rettocoliti o tumori al colon.
- vit sottoposta a notevole stress

Pur sapendo che dovrò eseguire ed attendere il risultato della colonscopia vorrei gentilmente chiedervi se il quadro clinico puo far propendere per una tra le seguenti patologie: emorroidi interne congestionate, rettocolite ulcerosa, cancro al colon.

Il fatto di aver ottenuto benefici immediati ma temporanei all'impiego della mesalazina può avere qualche indicazione?

Qualora fosse cancro il sanguinamento visibile indicherebbe uno stadio evolutivo della malattia difficilmente curabile ?

Vi ringrazio.

cordiali saluti.


[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non è possibile assolutamente fare delle ipotesi in quanto tutte quelle elencate possono essere valide. Esegua al più presto la colonscopia.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Cosentino la ringrazio per la sua celere risposta.
La colonscopia l'esegurò tra una decina di giorni (purtroppo è un mese e mezzo che aspetto).

Essendo preoccupato per l'esito più critico volevo chiederle se Il sanguinamento visibile ad occhio nudo può essere provocato da un polipo o è solo tipico di un cancro ad uno stadio avanzato ossia con infiltrazione ed interessamento dei vasi sanguigni sotto mucosa ?
grazie.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ha dimenticato la causa più frequente: le emorroidi. Non sia pessimista.


Mi aggiorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Cosentino,
ho eseguito la colonscopia con il seguente esito:
Si risale con lo strumento sino al cieco. La valvola ileociecale è normale.
A 20 cm la mucosa del sigma appare iperemica con scomparsa a tratti del reticolo vascolare (biopsie) . A livello del retto la mucosa è fragile ed appare ricoperta da erosioni frastagliate ampie superficiali (biopsie)
Nei restanti prossimali segmenti esplorati non si rilevano alterazioni di calibro plasticità e colorito mucoso. Reticolo vascolare conservato. Non tracce ematiche. Non secrezioni patologiche.
Conclusioni: quadro di RCU distale in attività moderata.

Se ho compreso bene dovrebbe trattarsi di RCU. Volevo chiederle se le biopsie possono cambiare l' esito o possono confermare solo la diagnosi.

Ho provato a fare un'indagine parentale ma nessuno ne ha mai sofferto, quindi non dovrebbe trattarsi di ereditarietà.
Un'ultima cosa: soffro anche di gastrite cronica e durante l'ultima gastroscopia si è trovato un reflusso di bile nello stomaco. Ieri durante la preparazione per la colonscopia ho notato che le feci liquide erano totalmente verdi. E' normale a presenza di bile nel colon? può essere un fattore scatenenate della RCU?

Mi scusi per le numerose domande ma sono l'unico modo per capire.

La ringrazio.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo che le biopsie debbano confermare il sospetto endoscopico e la bile nel colon non ha influenza sulla genesi della RCU.


Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per la sua celere risposta e per esseremi stato di conforto prima dell'esame.
Aspetterò l'esito della biopsia anche se non mi faccio molte illusioni.
cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene, a risentirci.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, mi aiuta a capire l'esito della biopsia di seguito riportato:
frammenti di mucosa colica con spiccata cronica flogosi focalmente attiva, focali alterazioni architetturali e focale criptite. Quadro di colite attiva compatibile con RCU in fase di iniziale attività.

La ringrazio e saluto cordialmente.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si conferma il quadro di moderata RCU.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it