Utente
Buonasera, scrivo perché sono ultimamente spesso soggetta a vari fastidi legati a stomaco ma soprattutto intestino. Premetto che ho 21 anni, sono un soggetto ansioso e ho già effettuato una gastroscopia nel dicembre 2012, poiché accusavo continua acidità e fastidi, dalla quale è emerso che era tutto nella norma. Il problema è che mi si ripresenta di continuo qualche fastidio: ho (ultimamente ogni giorno) aria in pancia, pancia gonfia e dolente, sento l'aria anche al tatto. Inoltre avverto lo stomaco teso, dolore al fianco sinistro (credo che sia la posizione del colon) e molto spesso ho episodi di coliti con conseguente diarrea, e spesso queste fitte accadono quando mi si riempie la vescica. Ho fatto gli esami del sangue e sto aspettando i risultati dell'esami delle feci per diagnosticare o meno la presenza di helicobacter.
La domanda è: potrebbe essere semplicemente un colon irritabile, qualche intolleranza alimentare o dovrei fare degli accertamenti (soffro di aria in pancia ed episodi di coliti dall'estate)?
Ah e avrei una curiosità da aggiungere: ho notato che se mi sdraiò sul fianco destro, dopo cena, avverto acidità di stomaco, dall'altro lato invece no, è normale?
Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe realmente trattarsi di un colon irritabile, ma deve escludere anche le intolleranze (lattosio, glutine).
La posizione sul fianco destro, rispetto al sinistro, favorisce il reflusso gastroesofageo.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore innanzitutto la ringrazio.
A fronte della sua risposta, secondo lei quali esami è opportuno che faccia per capire se in effetti si tratta di colon irritabile?
Secondo lei non è necessario fare qualche esame invasivo per capire se c'è qualcos'altro?
Rinnovo i miei ringraziamenti!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
No. Non credo siano necessari esami invasivi (colonscopia). Credo invece utile escludere le due intolleranze, su lattosio e glutine.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Va bene, grazie mille per le risposte, le auguro una buona giornata!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Buona giornata anche a lei ed Auguri di buona Pasqua.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it