Utente 410XXX
Salve sono nuovo di questo sito e vorei un vostro parere,
da qualche anno soffro di emorroidi mai sanguinanti ma fastidiose e dolorose ,
specialmente nello stare seduto e stare in piedi a lungo, ma il vero dramma è guidare,
cosa che faccio per lavoro.
Sono giunto al punto in cui devo risolvere in maniera definitiva il problema, ma consultandomi con piu specialisti ho avuto piu o meno la setssa diagnosi: prolasso moco/emorroidario di 2 grado e prolasso retto rettale

Come confermato da defecografia fattami fare con questi estiti:

L'introduzione di circa 300 ml di mdc nel retto per ottenere un buon stimolo evacuativo, previa opacizzazione delle anse mesenteriali per os, mostra ampolla rettale regolare per diametro e per morfologia con buona contrattilita della fionda pudo-rettale.
minima perdita non volontaria di mdc sotto sforzo.
In fase di ponzamento ed evacuativa si apprezza un buon vuotamento ampollare con , in fase evacativa terminale, la presenza di un circoscritto prolasso mucoso retto anale esterno e in sede intrarettale un prolasso parietale circonferenziale come da invaginazione detto rettale.
Non segni di entrocele.
La porzione posteriore del piano perineale risulta in posizione modestamente piu bassa che di norma in fase di riposo, abbassandosi ulteriormente di circa 4 cm in fase di massimo pozamento.

CONCLUSIONI
Minima incontinenza sotto sforzo, prolasso mucoso retto anale esterno, invaginazione retto rettale abbsassamento modestamente superiore alla norma della porzione posteriore del piano perineaòe.



Ora dopo la visione a le visita dai due specialisti, il primo un primario di un aspedale , che mi spiega le varie opzioni dicendomi che per un risultato definitico la milligan morgan è consigliata , e mi fissa l'intervento con tempi di attesa di 5/6 mesi, dicendomi che con essa vengono asportate le principali emorroidi e il tessuto prolassato quindi sarei a posto.


Il secondo specialista direttore di un centro di Centro Specializzato di Colonproctologia”, che poi fra l'altro opera dentro un aspedale ,
mi dice che l'emorroidectomia milligan morgan risolve il problema emmorroidario ma non quallo del prolasso che ne è la causa, spiegandomi tutta la teoria, e parlandomi del dr. Longo ecc. e mi consiglia per risolvere il problema una STARR per ovviare al prolasso retto rettale e a quello mucoso,

Dicendomi che una volta eliminato il prolasso con una resezione anche il tessuto emorroidario tornera al suo posto senza piu darmi problemi, ma non potendomi pero garantire al 100% che in futuro non mi posano tornare ...

Siccome non sono ovviamente un medico, ho guardato qua e la su interne nei vari forum e credo di aver capito che il prolasso non si risolve con una milligan morgan, pero, ci sono tanti pareri discordanti anche tra gli operati,
per cui chiedo a voi medici, specialisti una vostra opianione per decidere cosa sia meglio, anche perche sono molto confuso e molto stanco di soffrire.

spero possiate aiutarmi
grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Io condivido il parere, in generale, del secondo collega. Ovviamente va valutato il caso specifico per un' indicazione precisa. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 410XXX

La ringrazio per la risposta e la velocita,
posso abusare del suo tempo facendomi spiegare cos'ho in realta e perche mi è stata proposta un milligan morgan?

quali sono i pro e i contro di entrambe le tecniche,

Ovviamente la decisione spetta a me,
ma sono un po in confusione, mi sembrano entrambi seri e specializzati, in materia...
e il mio dubbio è che facendo la milligan morgan tolgo le emorridi ma rimane il prolasso che ad ogni sforzo, puo cedere ancora di piu... causandmi altri problemi,

facendo una STARR il riposizionamento delle emorroidi nella loro sede, ho il timore che poi mi possano fare male anche una volta riposizionate, in piu sento parlare di varie complicazioni sia per la milligan morgan, stenosi, infezioni, molto dolore,
sia per la STARR incontinenza, recidivita,

puo gentilmente spiegarmi in parole che possa capire.. la mia situazione,
ammesso che a distanza e senza una visita è impossibile dare dignosi e certezze,

io ho fastidio tutto il giorno con dolori, e quando vado in bagno al passaggio delle feci che prima erano caprine ma con una buona dieta sto cercando di eliminare la stipsi,
dil passaggio a volte con spinta mi lascia due palline grandi come piselli ad ore sei e sul mio lato sinistro e il dolore viene da li..

grazie in anticipo a lei a a qualsiasi altro specilista che mi dara il suo parere..

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Il suo problema sembrerebbe una classica malattia emorroidaria.
Ogni tecnica presenta insuccessi, per fortuna rari e possibili complicanze, altrettanto infrequenti.
Nella maggior parte del casi il risultato è ottimo e si mantiene nel tempo.
L' emorroidectomia ha in genere un decorso postoperatorio piu' fastidioso.
L' efficacia delle diverse tecniche per la terapia della malattia emorroidaria è sovrapponibile.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 410XXX

grazie... per la risposta,
per la risoluzione della malattia emoroidaria, quindi una vale l'altra ,
pero per quanto riguarda il prolasso rettorettale? non viene curato...
giusto?

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Viene curato, in modo diverso.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 410XXX

ho contattato il mio medico che mi ha fissato l'intervento di emorroidectomia,
lui mi ha detto che la starr è un'operazione piu complessa e lui non vede un'entita cosi grave di prolasso per giustificare una tale scelta ,
in quanto ritiene che sia piu un prolasso moco emorroidario esterno e circoscritto, per cui gia con l'emorroidectomia verra tolto anche il tessuto prolassato, mi è sembrata una spiegazione logica, ma anche lui concorda che ci sia un lieve prolasso rettale che pero al momento attuale non è la casa dei mie problemi e che è di limitate dimensione per cui eviterebbe la starr,
domanda, non c'è una procedura che unisca l'emorridectomia, e nello stesso intervento una sistemazione anche al prolasso rettale?
grazie ancora

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo.
Non che io sappia. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8] dopo  
Utente 410XXX

ma è vero che l'emorroidectomia, rimuove oltre alle emooroidi anche il tessuto mucoso prolassato?

e che tiipo di intervento è mi ha fatto capire che lascieranno delle ferite aperte , ma questo non comporta uninfezione visto anche il passaggio delle feci?

inoltre quanto tempo ci vorra per cicatrizzare e non avere piu dolore?

è una procedura sicura?

[#9]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
L' emorroidectomia lascia ferite aperte,guariscono circa in un mese e non si infettano.
E' relativamente sicura,ferme restando le possiibli complicanze di cui si e' gia' parlato.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#10] dopo  
Utente 410XXX

posso chiederrle un'altra cosa,
un'infiammazione con prolasso muco emorroidario come ho io puo dare fastidio e puo acuirsi dopo ropporti sessuali ( eterosessuali) e dopo la classica masturbazione,
perche ho notato che dopo un raporto o una masturbazione,
la zona dove sento le emorroidi si infiamma di piu e sento molto bruciore e dolore,
io ho pensato che dipenda dal maggiore afflusso di sangue dovuto al movimento e la contrazione durante i rapporti, in fondo sono zono molto vicine e con muscoli anche in comune credo.
e inoltre ho notato che se salto una mattina nel defecare le cose migliorano ma poi alla successiva defecazione ripartono i dolori.

Inoltre ho le feci il piu delle volte mi hanno dato da prendere un integratore, per riequilibrare l'intestino per sei mesi : Probinul 5 ma alterno giorni di feci formate a giorni di feci a pallini e anche quando sono formate il primo pezzo è sempre piu duro e a chicchi, nonosatente segua una dieta ricca di fibre fruttoa e verdura, e beva almeno 2 litri di scqua al di,

mi è stato anche consigliato una visita dal gastroeterologo che ho fissato per lunedi prossimo.

puo darmi risposta in particolare sull' aspetto " meccanico/ sessuale"
grazie inanticipo

[#11]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, certo, è possiible soprattutto in presenza di patologia, forse meno con adeguata lubrificazione. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#12] dopo  
Utente 410XXX

ma mi fa male dopo.... non durante il rapporto...
o la masturbazione...