Utente 632XXX
Egregi Dottori,
A seguito di un periodo di stipsi cominciato a fine ottobre con difficoltà a defecare e con continuo senso di peso a livello dell'addome sinx, una visita dal proctologo che ha palpato delle emorroidi interne. Come terapia mi è stata data la vitis vinifera, che benchè dopo circa dieci giorni mi abbia arrecato sollievo sulle emorroidi mi ha provocato nuovamente stipsi.
Il medico di base mi ha prescritto dunque una visita colon- sigmoscopia, per una sospetta proctite ecco il referto;
Esame incompleto e interrotto al primo tratto del colon traverso distale, per eccessiva angolatura, che non consente il passaggio neppure con gastroscopio (tale da far sospettare una lieve torsione del mesentere)
ove esplorato normale aspetto del viscere escluso lieve edema e focale iperemia della mucosa rettale, in inversione normale aspetto della regione anale.
lieve proctite verosimilmente aspecifica.

terapia suggerita
asacol 500 supposte 2 die per 10 giorni.

in seguito alla biopsia del retto:
infiltrato infiammatorio modicamente attivo, nodulare parzialmente esteso alla sottomucosa.

la terapia è stata cambiata a proctasacol gel rettale prescritto per un mese, 1 volta al giorno.

Al momento mi trovo a metà della cura e non ho trovato grandi miglioramenti,
ovvero in base a quanto e cosa mangio provo sempre un senso di peso, e nell'evacuare vado al bagno sempre almeno 2 volte
se non tre, nel caso la seconda e la terza volta le feci hanno forma sottile ed allungata.

Lo specialista pensa che si tratti di una proctite aspecifica, vi trovate d'accordo?
Inoltre è possibile che la candida che ho riscontrato un mese fa un sul glande sia collegata al mio problema intestinale come causa o conseguenza?

Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì! Lo conferma l'istologico.
La sintomatologia non è legata alla sola proctite, potrebbe essere legata anche ad un prolasso rettale interno ed emorroidario.
Utile un rivalutazione proctologica prima di eseguire ulteriori indagini(defecografia).
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 632XXX

Grazie mille della risposta.
Spero troverò già dei benefici alle fine della cura,

Cordiali saluti