Utente 498XXX
Buongiorno, scrivo perché ormai da quasi 8 mesi ho sintomi persistenti che non scompaiono nonostante le svariate terapie. Quelli principali sono diarrea quotidiana (2-3 evacuazioni al giorno, prevalentemente al mattino appena sveglia, con feci non sempre formate e quasi sempre color ocra) e bruciore di stomaco con eruttazioni frequenti soprattutto al mattino e risveglio notturno. Ho provato a variare la dieta ma la situazione non cambia e spesso quando ho bruciore di stomaco e nausea compare anche mal di testa. Ho fatto esami del sangue e tutti i parametri risultano nella norma tranne la ferritina un po' bassa ma comunque nei parametri (27), glicemia un po' alta (100), prolattina a 78 ma poi scesa a 38 con la sospensione della pillola anticoncezionale, calcoprotectina fecale minore di 30 e sangue occulto positivo (495) per test immunologico e negativo test alla benzidina, Igg per intolleranza glutine negative. Ho fatto ecografia toracica nella norma, ho fatto colonscopia per il sangue occulto ma non ha rilevato nulla di anormale. Vorrei evitare la gastroscopia... l'avevo fatta una decina di anni fa per un disturbo diverso e non aveva rilevato niente se non la presenza di un po' di bile nello stomaco. Inoltre da quando ho sospeso la pillola che prendevo per fibromi, in settembre, non è più comparso il ciclo mestruale. Da 14 giorno sto assumendo pantoprazolo al mattino che ha in parte ridotto le eruttazioni ma non del tutto, oltre ad un betabloccante (congescor 1,25) prescritto dal cardiologo perché avevo sempre pulsazioni alte ed episodi di tachicardia notturna. al momento non mi sembra di vivere situazioni di ansia, se non quella per i continui malesseri di cui non trovo spiegazioni né sollievo. La diarrea è presente indipendentemente da quel che mangio, mentre il bruciore allo stomaco compare soprattutto di sera ed è più evidente se assumo alcool o pasti pesanti. Aggiungo che negli ultimi mesi ho perso 4 kg passando da 52 a 48, ma questo anche a causa del fatto che a causa dei malesseri mangio meno di prima.
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di una disbiosi intestinale (SIBO). Ha verificato tale ipotesi con il gastroenterologo ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Sì e ho fatto vari cicli di fermenti lattici e probiotici. Aggiungo che da qualche giorno nonostante l'assunzione di pantoprazolo ho un forte sapore amaro in bocca...

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La SIBO non si cura con i probiotici, quindi tale patologia non è stata ancora considerata.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it