Utente 308XXX
Buongiorno,
Vorrei sottoporvi la mia storia, in attesa di una visita medica in quanto da una settimana a questa parte non riesco più a stare tranquilla.
Premetto, come già scritto sopra, che sono consapevolissima del fatto che su internet non è possibile fare una diagnosi, ma vorrei un vostro parere.
Sono una ragazza di 25 anni, molto ansiosa, tendente a somatizzare e nel corso degli anni ho avuto svariati sintomi, legati proprio a questa ansia. Mi sono sottoposta a diverse visite, neurologica (più di una volta, in quanto avevo formicolii, cefalea..), dermatologica (avevo dei periodi sotto stress in cui soffrivo di dermatite) e relativi esami, tutti con esito negativo e seguente diagnosi: ansia e somatizzazione.
Al di là di questo, ora sono qui a scrivere, perché da una settimana ho una strana sensazione all’ano, come una sorta di pesantezza, che va e viene durante la giornata. Mi scarico normalmente, ma da sempre noto, che in periodi di stress (e questo lo è: ho chiuso una relazione tossica di due anni e mi porto dentro rabbia, tristezza e sofferenza) alterno periodi di diarrea a periodi di stipsi. Ora le mie feci sono normali, nessuna consistenza particolare, ma sono preoccupata e purtroppo ho subito pensato al peggio.
Specifico anche che da un mese ho un emorroide esterna, che ho curato seguendo le indicazioni del mio medico, ma ora è tornata fuori e mi da terribilmente fastidio. Può essere questo associato all’emorroide? La pesantezza in effetti è più orientata verso destra (proprio dove c’e l’emorroide), e a volte mi prende anche la gamba. Se schiaccio in quel punto inoltre sento proprio lo stimolo a defecare. Tra L’altro appena mi scarico o emetto aria, il fastidio si attenua. Può essere qualcosa di più grave? Leggendo su internet mi sono fatta condizionare negativamente, già penso al peggio.
Sono davvero spaventata e ora anche andare in bagno è diventata una sorta di ossessione. Grazie mille a chi vorrà rispondermi e mi scuso anticipatamente per il papiro.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
buongiorno cara, in effetti da quello che ci dice sembrerebbe un problema di emorroidi, la visita dirimerà i suoi dubbi

saluti e tranquilla
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 308XXX

La ringrazio molto per la sua risposta.
La dottoressa ieri in effetti mi ha detto che si tratta semplicemente di emorroidi. Mi ha prescritto delle pastiglie e una crema. Seguirò la cura e nel caso la terrò aggiornata.
Grazie mille di nuovo,
Buona giornata!

[#3] dopo  
Utente 308XXX

Buonasera gentili medici,
sono qui ancora per aggiornarvi sulla mia situazione, che purtroppo sta peggiorando.
Sono andata dalla mia dottoressa, mi ha visitata attentamente e ha imputato tutti i miei sintomi (soprattutto la pesantezza anale) all’emorroide esterna e al colon irritabile (di cui soffro già da qualche anno).
Mi ha prescritto una pomata, più Daflon 500, ma il punto è che la situazione non è per nulla migliorata, anzi...questo senso di pesantezza è ancora più accentuato (soprattutto dopo la defecazione) per scomparire poi la notte o la mattina o comunque essere più tenue quando non ci do troppo peso.
Ho continui dolorini qua e là all’addome e al basso ventre (soprattutto nella parte sinistra), nausea (che scompare da sola dopo un po’) e ora una sorta di tensione sia a livello anale che a livello vaginale (sembra quasi che avverta lo stimolo urinare, senza che questo sia effettivamente presente).
Aggiungo anche che oggi nelle feci era presente del muco.
Domani mi recherò di nuovo dalla dottoressa, ma è inutile negare che sono estremamente preoccupata, considerando che tutti i sintomi sembrano coincidere con il tumore al colon.
Devo preoccuparmi? Non so se può essere utile, ma in passato ho anche sofferto di reflusso esofageo, risolto in poco tempo.
Vi prego di aiutarmi, con i limiti del consulto a distanza, perché sono davvero disperata.
Grazie in anticipo!

[#4]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
buongiorno cara, deve pure dar tempo alla terapia di funzionare...
credo che parliamo solo di emorroidi.
aspettiamo un po’...
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#5] dopo  
Utente 308XXX

La ringrazio moltissimo per la risposta, ma questa tensione a cosa è dovuta? La cosa che mi preoccupa maggiormente è questo stimolo a urinare. Appena vado in bagno mi rimane lo stimolo...non riesco a capire il nesso con le emorroidi. Da qui la mia preoccupazione. Ho 25 anni e cerco di essere positiva, ma è difficile..

[#6]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
lo stimolo a urinare è un’altra cosa...
probabilmente parliamo di cistite
faccia un esame urine con urino coltura e antibiogramma
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#7] dopo  
Utente 308XXX

Domani riferirò tutto al mio medico di base e le farò sapere. Speriamo non sia nulla di grave. La ringrazio per le sue risposte fino ad ora e le auguro una buona serata.

[#8] dopo  
Utente 308XXX

Buon pomeriggio dottore, volevo aggiornarla sulla mia situazione. Ieri sono andata dal mio medico curante, mi ha nuovamente visitata e ha notato che il colon (nella parte sinistra), verso il fianco, andando verso il ventre (fossa iliaca sx) è duro, tipo contratto. Mi ha detto che si tratta di intestino infiammato, colon irritabile, che secondo lui non mi scarico abbastanza (effettivamente mi sento un po’ costipata), e che il peso che sento potrebbe essere dato da questo. Premetto che non sono nuova a questi dolori, ma il fatto che ora si sta prolungando nel tempo mi sta facendo preoccupare. Magicamente il bruciore alla vescica è scomparso, ma ho questo dolore che aumenta in certe posizioni, sembra che debba andare in bagno, ma poi non riesco. (Sono andata questa mattina, ed era tutto normale). Mi ha dato degli antispastici da prendere e mi ha consigliato di bere molto. (Se sono sul water non avverto il dolore è come se si distendesse e nemmeno da sdraiata), ma con tutto quello che ho letto su internet non riesco a stare tranquilla. Ho notato anche che nelle feci c’è del muco e anche quando provo ad andare in bagno, alle volte esce solo questo muco. Il medico ha sempre detto che si tratta di colon irritabile. Secondo voi mi dovrei preoccupare? Dovrei andare in pronto soccorso? Grazie, ma oggi il dolore è aumentato e sono davvero nel pallone.

[#9]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
cara, stia più tranquilla, mi sembra proprio un colon irritabile
cerchi di migliorare l’evacuazione
al pronto soccorso non ci andrei
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#10] dopo  
Utente 308XXX

Ho provato ad andare in bagno, ma non ci sono riuscita, so che non è molto fine come argomento, ma ho solo delle perdite di muco. Il dolore si attenua se mi sdraio e se cammino..ora si sta muovendo verso il basso ventre..posso stare tranquilla? Grazie, mi scusi, ma sono molto in ansia