Utente
Buon giorno dottori,
Sono un paio di giorni che dopo l'evacuazione trovo sangue rosso sulle feci e sulla carta igienica.

La prima volta o sentito come pungere durante e dopo l'evacuazione, poi nulla, solo un leggero fastidio e presenza di sangue.

Non soffro particolarmente di stitichezza e vado regolarmente al bagno.

(Una ventina di giorni fa mi era capitato per un paio di giorni di travare anche dei Muchi nelle feci e le avevo associate ad un consumo eccessivo di chewing-gum, più di 8/9 al giorno)

Il medico curante alla base del sangue riscontrato in questi giorni mi ha dato da prendere due compresse di pentaven fast per due giorni e proseguire poi con una al giorno per una settimana.
presume siano quasi sicuramente emorroidi.

Volevo un parere in merito alla diagnosi, portano controindicazioni queste compresse o sarebbe meglio una crema ad uso topico?
Il mese di luglio ho sofferto di epistassi e ho fatto una cura con capillarema.

Devo preoccuparmi?
Ho letto che il sangue nelle feci possono essere sintomo di patologie più gravi e sono un po' preoccupata.


Grazie per la risposta.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, l’ipotesi del curante è plausibile, ma se con la terapia il sintomo persiste dovrà sottoporsi ad una visita proctologica.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Potrebbe essere qualcosa di importante e significativo?
Ahimè connetto sempre l'errore di leggere su internet e ho trovato cose non buone riguardanti il sangue nelle feci.
Non ho dolore ma anche da seduta ho una sorta di fastidio, come se fosse presente un corpo estraneo e a volte sento un lieve bruciore.
Potrebbe trattarsi di qualcosa di preoccupante?
Vedere del sangue fa sempre un certo effetto

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non penso ad una patologia grave come già le ho detto, ma la visita proctologica è necessaria per la giusta diagnosi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza