Utente cancellato
Salve a tutti, ho 20 anni e presento una forma di dermatite seborroica al cuoio capelluto..
Negli ultimi due anni ho girato 3 specialisti dermatologi per questo problema e vi riporto le terapie proposte da ognuno di loro..
Il primo dermatologo mi ha detto di lavare la testa 2-3 volte a settimana con "BioClin shampoo per forfora grassa", di cui tuttavia non ho tratto molto vantaggio in quanto il prurito , seppur attenuandosi , persisteva anche dopo i lavaggi.

Il secondo dermatologo mi ha detto di usare uno shampoo chiamato "Mellis Med BioShampoo" della Biogena, e di alternare i lavaggi con una mousse "Flogan Mousse"... Dopo aver usato questa terapia per alcuni mesi credo di essermi sensibilizzato e di rispondere meno agli effetti della stessa, tanto che il prurito mi ha portato a consultare un altro dermatologo..

L'ultimo dermatologo mi ha dato la seguente terapia : "Medica il cuoio capelluto con Locoidon soluzione, lava poi la testa dopo alcune ora, o meglio il giorno dopo, con un detergente come VEA shampoo. Massaggia la cute, lavandola, per almeno un minuto e sciacqua bene, ripeti tutto questo abitualmente ogni 3 - 7 giorni"

Ora ciò che mi lascia titubante è quest'ultima terapia , che prevede l'utilizzo di Locoidon costante, praticamente mi ha detto che dovrei andare avanti tutta la vita..

Io ho sempre saputo che i farmaci a base di cortisone a lungo andare portano a problemi di vario genere, e soprattutto fino ad oggi non avevo mai sentito parlare di cure per capelli a base di Locoidon..
Per questo vorrei sentire il vostro parere..
Tengo ai miei capelli, ed ho paura che con questa dermatite mi possano cadere... Ma se devo fare una cura sbagliata preferisco ritornare ai vecchi shampi che ho usato fin'ora..
Certo di una vostra risposta vi saluto.
Grazie.
Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
fermo restando che la dermat-ite seborroica , come indica la -ite (rin-ite, bronch-ite,artr-ite,etc), è caratterizzata da infiammazione , per cui un cortisonico può trovare un razionale, sono tra quelli che non lo usano quasi mai, preferendo un approccio più a monte , all'origine della catena che porta allo stato infiammatorio.
Anche perchè si tratta di un'arma da utilizzare "cum grano salis" e cioè con attenzione, avendo, come già sa, anche effetti collaterali.
Deve però rideterminarsi con il suo specialista, che verosimilmente intendeva solo per la fase acuta e che senz'altro potrà consigliarle una strategia condivisa di mantenimento.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
155783

dal 2012
Grazie per la tempestiva risposta.
Credo di aver capito bene su quanto diceva lo specialista da cui sono andato sul fatto che lo dovrò usare come terapia permanente.. In ogni caso tendo a pensarla come lei pur non essendo medico, studiando biologia sò a grandi linee gli effetti dei cortisonici sul nostro organismo.

Mi piacerebbe sapere , se le va, lo shampoo (o l'eventuale terapia) che lei consiglia ai pazienti affetti da dermatite seborroica del cuoio capelluto, che le si presentano..
Ora molti dei suoi colleghi mi aggrediranno dicendomi che la mia richiesta è indiscreta in quanto non sono autorizzati a fornire terapie telematiche , perciò, se non le creo troppo disturbo le chiederei se potesse fornirmi queste informazioni in un messaggio privato (se è d'accordo ovviamente).

Non vorrei sembrare inopportuno ma ritengo inverosimile la situazione in cui sto messo, girare più di 3 dermatologi per lo stesso problema diventa pesante, anche perché i prezzi sono quelli che sono :)

Cordialità