Utente 236XXX
Gent.mi dottori,
l'anno scorso ho avuto, in seguito a rapporti sessuali con il mio attuale ragazzo, bruciore e perdite biancastre per qualche giorno, passate in seguito a igiene scrupolosa e astinenza sessuale per qualche giorno. Avevamo ipotizzato che fosse una banale infiammazione perchè avevamo un'attività sessuale frequente, e perchè entrambi eravamo in "astinenza" da diverso tempo, quindi abbiamo lasciato correre e la cosa si è risolta da sè.
Ho letto però recentemente dell'esistenza della Clamidia, che non dà sintomi, e che però può dare esiti gravi per la fertilità.
Ho provato a chiamare un centro per il test della Clamidia e mi hanno proposto un tampone completo ad un costo spropositato. Premetto che faccio pap test ogni anno, col ragazzo abbiamo fatto test hiv, hcv, hbv, tutto ok.
ora mi chiedevo...
1-è possibile che quell'infiammazione era clamidia e che ora è rimasta latente?
2-può aver creato già grossi danni?
3-che test mi consigliate di fare e a chi posso rivolgermi per risparmiare un pò?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

da ciò che scrive è proprio tutto possibile

le fornisco questo mio utile vademecum per maggiore chiarezza e cerchi di fare una diangosi precisa dallo specialista elettivo per queste situazioni quale il dermovenereologo:

https://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/604-problemi-vagina-esterna-vulviti-vaginiti.html

carissimi saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it