Utente 213XXX
Gentilissimi medici,
ho 36 anni.
da sempre storia di prurito e bruciore vulvare.
mi è stata diagnosticata vulvodinia e ora il bruciore vulvare lo curo con farmaci per il dolore neuropatico.
ma questi non agiscono sul prurito.
inquesti ultimi 6 anni un solo piccolo labbro è aumentato di lunghezza.
il ginecologo dice di sentire un dermatologo...
sono stata da una dermatologa la quale mi ha consigliato di fare un intervento di riduzione per evitare la macerazione e le infezioni (sudo molto localmente), e poi mi avrebbe curato con il roaccutan ,ma la soluzione secondo lei era di tipo chirurgico
son tornata dal ginecologo che assolutamente non era d'accordo con tale proposta definendo l'ipertrofia solo un problema estetico e che l'intervento non solo non avrebbe risolto il problema del prurito cronico,ma avrebbe peggiorato ilmio dolore neuropatico.
non so proprio che fare....
ho sentito altri pareri ginecologici che sconsigliavano l'intervento....ma alla fine nessuno mi cura o cerca di curare questo prurito...(nessuna candida)
mi potete date un vostro parere ?so che senza esser vista è impossibile...
ma quando l'intervento è consigliabile?in un caso come il mio potrebbe aiutarmi?
magari risolvessi tutto con questo intervento sarebbe un sogno!!!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Molto semplicemente: il fastidio, l'iperestesia, ed il dolore sono associati secondo lei a quel labbro più lungo del normale?
Potrebbe essere utile capirlo.
Saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it