Utente 398XXX
Salve dottori,

Vi scrivo per chiedervi informazioni circa un diradamento che sta coinvolgendo una guancia del mio viso.

Ho soffrrto in precedenza di una vera e propria alopecia areata alla barba, precisamente un anno e mezzo fa, di dimensione di una moneta di 5 centesimi, sullo spigolo della mandibola della guancia sinistra. Ho usato clobesol propinato per 3 settimane in occlusione per due ore al giorno, diciamo che non so quanto sia stato il contributo del farmaco. Fatto sta che i peli dopo 3 mesi sono ricominciati a crescere prima trasparenti, poi bianchi e poi pigmentati e dopo 4/5 mesi la chiazza si è chiusa.

Da un pò di tempo (6 mesi) mi si è ripresentato il provlema in modo mooolto lento, fforse in modo diverso o forse non proprio alopecia celsi. Diciamo che sulla guancia opposta, la destra, è svvenuta una "miniaturizzazione" o assottigliamento dei peli della barba. Da sempre la guancia destra era stata più folta della sinistra, ora invece ho metà della peluria visibile. Perchè i peli ci sono, ma sono piu chiari e piu sottili di prima, alcuni biondissimi o depigmentati. Nessuna vera e propria chiazza, grande o piccola, senza peli. Non ho prurito nè infiammazioni. Ho giá usato per 15 giorni clobletasolo ma ora l'ho stoppato.

Da aggiungere che da 3/4 mesi assumo finasteride 0.7mg/die per un'alopecia androgenetica.

Ora la mie domande sono:

1) può essere che finasteride abbi diradato o miniaturizzato molti peli della mia barba?
2) questa specie di miniaturizzazione a cosa può essere ricondotta? Riuscite a indicarmi magari in che direzione muovermi per comprenderne le cause e trovarne la soluzione?
3) quali sono le tempistiche con cui avviene un'alopecia areata? Non è rapido solitamente? E può manifestarsi come si è manifestato con me?
4) per quanto tempo posso usare clobesol in occlusione prima di incorrere in problemi topici cutanei o sistemici?

Ah si, aggiungo che assumo 25mg di levotiroxina per un ipotiroidismo subclinico e sono mooolto carente di vitamina D che sto tentando di risanare con il dibase.

Vi ringrazio vivamente e in attesa di una vostra risposta, vi mando un saluto

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, non vorrei evitare tutte le domande che opposto, ma molto semplicemente le dico che la diagnosi di alopecia areata e semplice nella sede specialistica dermatologica e percorribile mediante un solo consulto: se occorre si potrà utilizzare anche l'esame di tricoscopia digitale al fine di verificare con esattezza l'entità del problema. Per ulteriori informazioni può leggere nel sito www.alopeciaareata.it
Cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 398XXX

La ringrazio dell intervento dottor Laino.

Andando un attimo off topic, ho avuto piacere di leggere i suoi interventi e i suoi consulti qui su medicitalia e devo ringraziarla per essere stato spesso chiaro e conciso. Vidi perfino una sua intervista sull'alopecia androgenetica!

Comunque, tornando a noi, feci già in precedenza una visita specialistica in cui mi venne diagnosticata un alopecia alla barba. Venne curata ma Naturalmente è cronico recidivante.

La mia era una domanda per una diagnosi di tipo morfologica, ovvero capire se l'areata si manifesta con vere e proprie aree celsi oppure anche con diradamento o miniaturizzazione/assottigliamento dei pelo.

Inoltre approfitterei della sua presenza e di quella degli altri dottori di medicitalia per chiederle una cosa su cui rimurgino da giorni.

Ho appunto questo diradamento leggero (i peli sono comunque tutti presenti sul viso, solo miniaturizzati o assottigliati su una porzione della guancia e leggermente sotto il labbro inferiore) e per tempistica coincide (o no) con l'inizio dell'uso di finasteride per l'AGA. Come ben spiegato è provabile che sia cominciato prima questo assotigliamento, ma è altrettanto probabile che non me ne sia accorto bene. Prendo finasteride 0.5mg/die.

Ho cercato di capire se c'è correlazione tra i due eventi. Insomma, non è un vero è proprio diradamento, o forse si, ci sono peli leggermente depigmentati o imbionditi e alcuni visibi solo con delle lenti di ingrandimento. Dall'altra parte del volto invece o anche poco piu sotto sempre sulla stessa guancia,, pur essendo in numero uguale, sono neri e spessi!

Ho cercato informazioni a rivuardo: il 99,9% degli utenti dei forum utilizzatori di finasteride, apparte notare una velocità di crescita diminuita, non hanno notato questo problema. Un numero veramente esiguo invece ha parlato di leggero assotigliamento della barba, non specificando se tutta o meno. Tra le testimonianze, invece si riscontrano poche volte lamentele sui peli del petto o delle braccia (a cui sono poco interessato).

a questo punto, volevo chiedere agli specialisti se vi è correlazione o se sono a conoscenza di pazienti con questi effetti collaterali. Sicuramente voi ne saprete molto di più e potete ben che rendermi chiare e lucide le idee.

Ma può mai essere che il farmaco, modulando il Dht, si porti via con sè un bel pò di barba?

E il Testosterone in tutto ciò che fa?

In attesa di risposte, ringrazio lei Dottor Laino e chi vorrà intervenire in aiuto

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Stiamo parlando di situazione completamente diverse dal punto di vista fisiopatologico: gli ormoni (DHT etc) non c'entrano nulla in una alopecia areata la quale è una malattia autoimmunitaria.

cari saluti ancora

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 398XXX

Scusi dottor Laino, credo che non ci siamo intesi.

Tralasciando l'alopecia areata per cui lei ha suggerito giustamente una visita dallo specialista, le domande che le rivolgo sono più per curiosità e riguardano la mia assunzione di finasteride 0.5mg/die

Può essere che il farmaco in questione, diminuendo la quantità di DHT in circolo possa diradare la barba e miniaturizzare i peli? Può addirittura accadere una scomparsa di barba? Ha avuto esperienze simili con i suoi pazienti?

E qual è il ruolo del Testosterone nei peli facciali?

Le mie sono semplici curiosità, anche perchè assumo il farmaco e non vorrei che mi dasse effetti collaterali cosi importanti

La rigraxio di cuore

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non ha alcun ruolo, nel senso che intende, poichè i recettori sono diversi

saluti!

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 398XXX

E riguardo alla correlazione tra finasteride e barba? Caduta, assottigliamenti si verificano o ne ha testimonianza?
È importante che abbia un suo parere, visto che è l'unico specialista a cui l'ho domandato e visto che mi fido delle sue competenze

Approfittando della sua cordiale gentilezza, vorrei anche chiederle perchè alcuni peli alla radice diventano bianchi, presentandosi appunti merà bianxhi e metà castani/neri

In attesa, la ringrazio dottore

[#7] dopo  
Utente 398XXX

Dottor Laino, la pregherei di rispondere. Ci tengo alla sua opinione, potrebbe rassicurarmi su certi punti

[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Veramente le ho già risposta. Nessuna correlazione; sua zona della barba sono presenti altri recettori
Saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it