Utente 493XXX
Salve,
Quattro giorni fa ho ricevuto una fellatio senza protezione da una prostituta (cosa per cui mi maledico), subito mi sono spaventato per le possibili malattie e mi sono documentato, forse sbagliando, aumentando la mia ansia.
Elenco i sintomi che ho avuto:
-Il primo giorno successivo al fatto dolore durante la minizione e senso di peso e fastidio sulla vescica
-Il secondo giorno il bruciore è sparito ed è iniziato un prurito, sopratutto sui testicoli rendendoli più sensibili
-terzo e quarto girono: non ho alcun bruciore durante la minizione ho però un fastidio e un leggero dolore allo scorto, specialmente il testicolo sinistro. Ho come la sensazione di avere delle perdite (anche strizzando il glande non esce nulla) e di avere la punta del pene bagnata
-inoltre ho la lingua abbastanza bianca e due giorni fa sono comparsi dei puntini rossi.
-Per l'ansia (non passa momento in cui non ci penso) mangio pochissimo e quando mangio ho senso di nausea

Sono disperato, ho paura di aver contratto qualche Mst domani ne parlo con il medico, nel frattempo sono sintomi vaghi o no?
Grazie a tutti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, purtroppo il rapporto sessuale orale passivo non protetto espone a tutti rischi di malattie sessualmente trasmissibili non HIV. Per tale ragione il corredo sintomatologico che descrive insieme all’episodio consiglio sicuramente di riferirsi al più presto presso la sede specialistica venereologia al fine di escludere ogni tipo di infezioni sessualmente trasmissibili. Nel frattempo ovviamente astenersi da qualsiasi rapporto sessuale.
Cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 493XXX

Grazie della risposta.
Vi aggiorno sulla mia situazione:
Riguardo al dolore testicolare mi è stata rilevata tramite un'ecografia un'infiammazione del dotto deferente sinistro.

Nel frattempo mi è stato prescritto e ho preso per cinque giorni cortisone e amoxicillina. Il cortisone sembra aver placato il dolore, anche se finiti i cinque giorni sta tornando; con l'amoxicillina non ho notato miglioramenti.

Nel frattempo l'esame delle urine e urocoltura è risultata negativa e non presenta nemmeno valori che riconducono a un'infiammazione.
Nel frattempo rimangono bruciore localizzato nella zona pelvica (direi proprio sull'osso, poco più in su del pene); bruciore alla punta del pene; stimolo a urinare e fastidio/dolore testicolare.

Il medico mi ha prescritto un antimicotico, se non passa mi prescrive una visita urologica.
Non noto perdite, se non proprio spremendo a lungo noto pochissimo liquido trasparente sul meato (non forma nemmeno una goccia).

La cosa che mi sta tormentano è la possibilità di aver contratto qualche MST come la clamidia, su internet ci sono pareri discordanti sui rapporti orali passivi. La cosa che mi lascia perplesso è che i sintomi si sono presentati praticamente il giorno dopo quel maledetto rapporto.

Può essere un'infiammazione alla prostata? Non so più che pensare.
Sto aspettando di finire i farmaci per tampone uretrale e esami del sangue alla ricerca di Mst (cosa richiesta da me al medico, anche se lui mi ha tranquillizzato e ha detto che secondo lui non è quello)