Utente 492XXX
Gentili dottori,
da più di un mese sto tenendo monitorata quella che mi pare essere una cheratosi seborroica, di colore marrone chiaro.
Fin qui non ci sarebbe niente di particolare. Ma all'improvviso, nella lesione, un puntino si colora di nero, o marrone scuro,
e poi tale puntino resta così per qualche giorno, o un paio di settimane, finché non si nota più (o perché torna al colore
della lesione o perché si stacca, non lo saprei dire). E poi, quando sembra tutto tornato come prima,
un nuovo puntino, in un un'altra parte della lesione, diventa nero o marrone scuro.
Ho prenotato una visita dermatologica, che avrò tra un mese circa. Nel frattempo, volevo chiedervi
se ciò che ho scritto è un comportamento tipico della cheratosi seborroica.
Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini

24% attività
8% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
PIOVE DI SACCO (PD)
VICENZA (VI)
ROVIGO (RO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2001
Gentile Utente,
La lesione da lei descritta potrebbe essere effettivamente un cheratosi seborroica, neoformazione benigna, che tende ad autoridursi e riformasi.
Tenga il suo appuntamento per visita dermatologica. In genere le cheratosi seborroiche sono di facile diagnosi, ma a volte si pongono in diagnosi differenziale con altri neoformazioni della cute e qualche volta anche il dermatologo deve avvalersi dell'asportazione chirurgica o della biopsia per lo studio istologico della neoformazione per poter giungere ad una diagnosi di certezza.

Cordiali saluti,
dr.ssa F. Bertolini
www.bertolinifloria.it

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Gentile dottoressa,
la ringrazio per la risposta. Non sono sicuro che i puntini si stacchino, direi che probabilmente non si staccano ma tornano al colore della lesione. Dunque tali puntini diventano neri o marrone scuro e poi tornano del colore della lesione. Si tratta sempre di un atteggiamento della cheatosi seborroica?
Grazie.

[#3] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini

24% attività
8% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
PIOVE DI SACCO (PD)
VICENZA (VI)
ROVIGO (RO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2001
Gentile Utente,
La descrizione da lei effettuata è compatibile con una cheratosi seborroica, ma solo la visita dermatologica (probabilmente associata alla osservazione dermatoscopica della neoformazione) potrà stabilire se si tratta con certezza di cheratosi seborroica o di altro.
Nel di dubbio che si tratti di cheratosi seborroica le verrà proposta la biopsia, perchè lo stabilisca l'Anatomo-Patologo con lo studio istologico della neoformazione.

Cordiali saluti,
dr.ssa F. Bertolini
www.bertolinifloria.it